Pedullà: “Vucinic? Caso gestito male”

di Redazione, @forzaroma

Alfredo Pedullà, noto esperto di mercato, è intervenuto analizza il momento giallorosso: “Le prime mosse della Roma? Sono un po’ in ritardo, non per colpa di Sabatini.

– dice a Vocegiallorossa.it -.Un direttore sportivo doveva essere “scortato” un po’ di più soprattutto quando ancora non c’è nulla di ufficiale. Sabatini è il classico dobermann: blocca, ma poi ha bisogno del potere di firma. E’ stato perso un po’ di tempo ma non è un dramma, si può recuperare. Bojan è un gran colpo, anche se non è da Sabatini l’operazione con il controriscatto, è una tagliola. Questa ricerca dei talenti va molto bene, ma il tifoso giallorosso deve avere pazienza. La fame di vittoria immediata dei sostenitori potrebbe non essere soddisfatta immediatamente.

Cosa serve alla Roma?
Serve la convinzione di chi resta. Cedere Vucinic sarebbe una follia, ma il montenegrino deve rimanere con la testa giusta. La sua vicenda non è stata gestita nei migliori dei modi, anche dal suo manager, che già a gennaio aveva provato a portarlo da un’altra parte. Credo che questo meccanismo sia scattato nella testa di Vucinic e fa bene Sabatini a sperare che l’attaccante cambi idea, ma questa storia sembra come quella di Hamsik. Quando maturi un’idea del genere poi è difficile rimanere con le motivazioni giuste. Non sarebbe una grande perdita Menez, ma quella di Vucinic sì. Con il gioco sbarazzino di Luis Enrique, il montenegrino potrebbe azzeccare la stagione da 20 gol, quindi deve rimanere ma con entusiasmo.

Borriello è un giocatore da tenere?
Io credo che la storia del giocatore con la Roma sia stata breve. Il suo futuro è da un’altra parte, poi Sabatini che è instintivo, ha detto una cosa molto particolare in conferenza stampa (Borriello è un problema ndr) ma ha cercato di fare marcia indietro. Il problema Borriello resta. Probabilmente non c’è stato grande feeling all’interno dello spogliatoio, l’ex Milan è un ragazzo esuberante. E’ giusto fare cassa con i soldi ricavati dalla cessione di Borriello.

Questione portiere?
Stekelenburg è un ottimo portiere, otto milioni di euro può essere una cifra giusta. Io non capisco il sistema relativo alla trattativa Viviano: l’Inter l’ha riscattato, perché ora la Roma non va a trattare con la società neroazzurra? Mi manca l’ultimo passaggio. Il club giallorosso dovrebbe fare un’offerta come quella fatta al Bologna. Con tutto il rispetto per Stekelenburg, l’investimento di Viviano sarebbe importante, potrebbe essere il portiere della Roma per i prossimi 7-8 anni. E’ chiaro che la Roma ha paura che l’Inter possa chiedere Vucinic, ma quello è da considerare un discorso a parte. Io, ripeto, andrei sicuramente su Viviano.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy