Nainggolan-Inter, ora è ufficiale: operazione da 38 milioni. Il Ninja: “Alla Roma avevo perso fiducia”

Il belga saluta Trigoria dopo 4 stagioni e mezzo: in nerazzurro ritrova Spalletti. Contratto fino al 2022, ai giallorossi anche il 10% in caso di futura rivendita

di Redazione, @forzaroma

Ora è ufficiale: Radja Nainggolan saluta la Roma dopo 4 stagioni e mezzo, da oggi è un nuovo calciatore dell’Inter. Domenica sera l’arrivo a Milano, ieri le visite mediche e ora l’ufficialità: il centrocampista belga si lega ai nerazzurri fino al 2022. Alla Roma 38 milioni di euro più il 10% del prezzo di cessione (fino a 2 milioni) in caso di futura rivendita. Ecco un estratto del comunicato ufficiale dell’Inter: “Radja Nainggolan è ufficialmente un nuovo giocatore dell’Inter. Il calciatore belga ha firmato col Club nerazzurro un contratto fino al 30 giugno del 2022“.

La Roma, che lo ha ringraziato su Twitter con un video, ha reso noti altri dettagli: “L’A.S. Roma S.p.A. rende noto di aver ceduto a titolo definitivo, alla F.C. Internazionale, i diritti alle prestazioni sportive del calciatore Radja Nainggolan, a fronte di un corrispettivo fisso di 38 milioni di euro. Il contratto prevede altresì il riconoscimento ad A.S. Roma, in caso di futuro trasferimento a titolo definitivo del Calciatore, dalla F.C. Internazionale ad un alto club, di un importo pari al 10% del prezzo di cessione, fino ad un massimo di 2 milioni di euro“.

Nainggolan ha già rilasciato le sue prime dichiarazioni da nerazzurro ai microfoni di Inter TV: “Non mi aspettavo un’accoglienza così calorosa, sono contento. Adesso toccherà a me trasformarla in più applausi. L’affetto dei tifosi è una sensazione importante per ogni giocatore, vuol dire che la piazza è entusiasta, lo sono anche io e spero che ci potremo togliere delle soddisfazioni“.

Spalletti?
La mia migliore stagione è stata con lui, spero di ripetermi, sono a sua disposizione e sono contento di averlo ritrovato.

Perché l’Inter?
L’importante è sentire la fiducia, da parte del direttore, del mister e di Zanetti. Mi hanno fatto sentire importante, cosa che a Roma avevo perso. La mia scelta è stata semplice, anche se non si dimentica il paassato, sono contento e carico per la nuova avventura. Ancora non conosco bene i tifosi ma per come mi hanno accolto spero che potremo fare un buonissimo campionato e far bene anche in Champions, l’Inter deve tornare importante anche in Europa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy