Moggi: “Roma forte con i deboli e debole con i forti”

di Redazione, @forzaroma

A Palermo la Roma ha disputato i primi 25’ di gioco in maniera veramente convincente, poi è un po’ calata”. Così parla l’ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi, nel corso della trasmissione “Ieri, Moggi e domani”, co-produzione di Gold Tv, Telecolor, Rete 7, Telespaziotv e Italia mia.

Il Palermo è stato assente dalla partita e la sequenza degli ultimi risultati conferma che Mutti non ha ancora trovato il bandolo della matassa, soprattutto in difesa. La Roma comunque è questa: forte con i deboli e debole con i forti….” aggiunge Moggi. Commentando il pareggio della Juventus, l’ex dg bianconero sottolinea: “Certo che anche la difesa più battuta del campionato, ovvero quella del Genoa, ha messo ancora una volta di più in evidenza la sterilità dell’attacco bianconero. L’arrivo di Borriello ha creato pressioni negative su Matri e Quagliarella? Non credo, anche perché personalmente non ritengo Borriello un giocatore di livello. Mi sta poi deludendo molto Vucinic che dopo un buon inizio di stagione si è perso completante nella discontinuità. A me sinceramente i giocatori che azzeccano 1 gara ogni 5 non sono mai piaciuti. Io non l’avrei mai preso. A questa Juve manca assolutamente un finalizzatore, manca un Trezeguet.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy