Kostas Manolas, il greco che non vuol far rimpiangere Benatià

Alla scoperta delle caratteristiche di Manolas, nuovo acquisto della Roma per rinforzare la difesa, scelto da Sabatini per sostituire il centrale marocchino.

di Piernunzio Pennisi, @ppen85

Con le parole, si è presentato questo pomeriggio, nella conferenza stampa che si è tenuta a Trigoria, ma dai suoi occhi e dalle frasi che ha pronunciato si è percepita una grande voglia di dimostrare anche con i fatti tutte le sue qualità. Ha parlato da vero leader, Kostas Manolas, il nuovo centrale difensivo della Roma che sarà chiamato a raccogliere la pesante eredità di Mehdi Benatia, partito per Monaco dopo un tira e molla durato tutta l’estate che ha sfiancato i tifosi giallorossi logorando anche i più pazienti e comprensivi. Le parole del nazionale greco sono state quelle giuste per caricare un ambiente deluso dalle bizze del suo predecessore che hanno lasciato la squadra senza uno dei suoi uomini chiave a soli quattro giorni dall’esordio in campionato. “Benatià è il passato io sono il presente” ha affermato sicuro il nuovo acquisto giallorosso, dimostrando di non temere il confronto con il suo predecessore e di sentirsi pronto ad assumersi la responsabilità di prendere il suo posto.

 

La sicurezza nei suoi mezzi e la grande personalità che traspaiono dalle sue parole, sono due caratteristiche del modo di giocare di questo difensore, che, a soli 23 anni, ha disputato oltre 100 partite nella massima serie greca -con le maglie di Aek Atene e Olympiakos- e vanta già una buona esperienza in campo internazionale. Nell’ultima stagione, Manolas è stato la colonna portante della difesa dell’Olympiakos, che ha raggiunto gli ottavi di finale della Champions League ed ha sfiorato il passaggio ai quarti; poi è stato tra i protagonisti della spedizione ellenica ai Mondiali. La rassegna iridata è stata il trampolino di lancio definitivo per questo ragazzo che era sui taccuini degli scout di molti grandi club europei già prima di partire per il Brasile. Le qualità, che si erano già notate nelle 25 gare disputate nelle coppe Europee, sono state confermate dalle sue brillanti prestazioni, che hanno aiutato la nazionale greca a qualificarsi per gli ottavi di finale, superando un girone complicato.

 

Manolas è un difensore arcigno ed efficace: concentrato ed attento nella marcatura è davvero difficile da superare perché dispone di mezzi fisici ed atletici molto importanti. Ha un fisico poderoso e prestante, ma è molto veloce, caratteristiche che lo rendono un brutto cliente per qualsiasi tipo di attaccante: non è facile sovrastarlo nello scontro fisico perché ha la potenza per vincere i contrasti e non è facile nemmeno batterlo in velocità. La sua statura lo rende efficace nel gioco aereo e, negli anni, ha dimostrato di saper essere pericoloso anche nell’area avversaria (12 reti in 164 presenze da professionista). Possiede un grande senso tattico ed è molto intelligente; sa essere essenziale quando c’è bisogno di badare al sodo, ma dispone della qualità necessaria per essere elegante quando la situazione lo consente. Il suo piede preferito è il destro, cosa che gli permetterà di costituire una coppia ben assortita con Castan, sistemandosi accanto al brasiliano al centro della difesa giallorossa. E’ forte, è giovane ma con la giusta esperienza; ha personalità, grinta e qualità; sulla carta ha tutto per sostituire al meglio Benatià e non vede l’ora di dimostrarlo ai suoi nuovi tifosi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy