Il calciomercato della Roma entra nel vivo: Tomiyasu obiettivo concreto

Il terzino destro del Bologna potrebbe arrivare per una decina di milioni, pagabili in più anni e comprensivi di bonus. Nell’affare ci sono i nomi di Juan Jesus, Riccardi e del 2002 Zalewski. Ma Petrachi non vorrebbe privarsene

di Roberta Moli

Con Florenzi che tornerà per poi ripartire, magari a titolo definitivo, Santon che potrebbe e dovrebbe essere ceduto, Zappacosta che, di fatto, è del Chelsea (anche se la Roma cercherà di rinnovare il prestito) e Bruno Peres destinato, anche lui, alla cessione, la Roma vorrebbe sistemare la fascia destra con Takehiro Tomiyasu, terzino destro del Bologna e della nazionale giapponese. Con il club in cui lavora l’ex ds Sabatini i rapporti sono buoni (c’è anche l’ex ad Fenucci), anche se l’affare Ibanez, che alla fine ha scelto Trigoria per stipendio e prospettive maggiori, qualche scoria l’ha lasciata. Ma sia Sabatini sia Petrachi sono nel calcio da una vita per cui l’affare è possibile, ma solo a determinate condizioni per portare nella Capitale quello che sarebbe il secondo giapponese dopo Nakata nella storia del club.

LaPresse

Perché la Roma potrebbe prendere Tomiyasu

Il ragazzo rispecchia appieno i parametri del club. E’ giovane, compirà 22 anni a novembre, si può prendere con una decina di milioni, comprensivi di bonus, e con pagamento dilazionato. Guadagna poco, visto che, anche in questo caso con i bonus, non arriva neppure a 800mila euro, ed è attratto dall’idea di andare in un club di livello maggiore. Nella trattativa può rientrare Juan Jesus, perché il Bologna cerca un centrale esperto in campo e di personalità nello spogliatoio, e potrebbe entrare anche un giovane del vivaio romanista.

LaPresse

I giovani che piacciono al Bologna

In questo caso, però, la Roma manterrebbe una sorta di diritto di recompra o, quantomeno, di prelazione su un’eventuale rivendita. I nomi che si fanno sono quelli di Riccardi e del centrocampista Zalewski, classe 2002, che piace a mezza Europa. Sabatini sui giovani ha sempre avuto l’occhio lungo, ma la Roma, nel caso del polacco nato a Tivoli, ha molte remore su un’eventuale cessione, visto che è considerato un ragazzo dal futuro più che luminoso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy