Giaccherini: “L'interesse delle grandi fa piacere, ma non ho ricevuto offerte”

di Redazione, @forzaroma

Emanuele Giaccherini, calciatore del Cesena spesso accostato alla Roma negli ultimi giorni, ha rilasciato al Corriere di Romagna un’intervista nella quale, pur rivelando apprezzamento per l’interesse di grandi squadre, ha ammesso di non aver mai ricevuto offerte.

 

Buongiorno Giaccherini, il suo collega Jimenez saluta il Cesena e va a Dubai. Che effetto le fa?
“Mi dispiace da un punto di vista personale perché Luis è una bella persona oltre che un grande giocatore. Beh, credo che alla base di tutto ci sia una scelta economica: là prenderà molti più soldi di quanti ne potesse prendere in Europa”.

Alla fine i soldi sono veramente più importanti di tutto?
“Non lo so, bisognerebbe chiedere a Luis, magari ci sono anche altre ragioni che non conosciamo. Due milioni di euro all’anno sono davvero tanti, occorre capire poi quali sono le priorità di un giocatore”.

Quali sono le priorità di Giaccherini?
“I soldi contano, ma fino a un certo punto. Non basta il conto in banca, bisogna anche stare bene: nel mio caso svolge un ruolo importante anche la volontà di tutelare la famiglia. Quindi cerco di stare molto attento anche a elementi come la qualità della vita e il benessere. Senza mai dimenticare il lato sportivo: il blasone, la storia di un club, il progetto tecnico… Poi non voglio essere ipocrita: si gioca anche per soldi, in quanto la carriera di un calciatore è molto breve”.

La sua carriera è a un punto di svolta?
“Non credo, nel senso che io mi considero a tutti gli effetti un giocatore del Cesena. In questi giorni ho sentito tante voci, tanti media hanno parlato di me ma dovete credermi quando dico che fino ad ora non ho ricevuto nessuna offerta. Non posso negare che sentire accostare il mio nome a dei grandi club faccia piacere, ma il mio obiettivo ora si chiama Cesena: partirò per il ritiro di Acquapartita bello carico”.

In una recente intervista Marek Hamsik ha dichiarato che il suo ciclo al Napoli è finito, e che nel calcio contano tantissimo le motivazioni. Lei crede di avere ancora spinta per vestire la casacca bianconera?
“Senza dubbio. Le motivazioni sono fondamentali, e nel mio caso potrei prendere in considerazione l’idea di andar via solo se mi chiamasse un club importante dove potrei misurarmi con un’altra realtà. Per capirci: se mi vuole il Bologna, non ci vado”.

Questo farà piacere ai tifosi…
“E’ la verità. Squadre come Bologna, Chievo o Cagliari non rappresentano una nuova sfida per me. Io sono concentrato sul Cesena, sento di avere ancora tanto da dare in Romagna, per cui ripeto che valuterà eventuali proposte solo da club di fascia più alta”

Più volte Giampaolo ha detto che lei rappresenta un elemento fondamentale del reparto avanzato. Lo stesso disse Ficcadenti, e così pure Bisoli
“Mi fanno molto piacere le parole di Giampaolo, ho letto le sue dichiarazioni che per me costituiscono una spinta in più. Ripeto: io sono un giocatore del Cesena, e se dovessi continuare qui, sarei indubbiamente molto contento”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy