Eriksen: “Il mio idolo da bambino? Totti”

di Redazione, @forzaroma

Christian Eriksen, giovane centrocampista dell’Ajax, seguito da mezza Europa, ha parlato del suo futuro alla rivista ExtraTime lasciando intendere come un suo addio ai lancieri sia imminente. Queste le sue parole: “Non so ancora che cosa farò fra qualche mese, ma prima di proseguire voglio lasciare un segno qui. E la finale di Europa League a casa nostra è un bello stimolo. Io credo che il mio futuro sarà fra Spagna, Inghilterra, Italia e Germania. Questi campionati mi piacciono e vedrò le chance che mi si presentano. Prima o poi andrò via? Sì,ma voglio farlo al momento giusto, e nel modo giusto, perché qui ho imparato tante cose e non voglio lasciarli a mani vuote. Vincerò ancora qualcosa e andrò altrove: è una sfida per crescere. Il talento porta pressione. Però avere talento significa essere fortunati. Non credo che il mio talento andrà sprecato. La crescita della popolarità? È una parte dell’essere calciatore che bisogna accettare. All’inizio la mia timidezza era un problema, ma sto imparando ad uscire dal guscio. Il mio idolo da bambino? Totti. Giocavo con la playstation e lui era nella mia squadra e così ho cominciato a seguirlo. Ma il mio vero modello è Miki Laudrup. Ho letto pochi libri, però la sua biografia l’ho divorata.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy