Cubero (Mundo Deportivo): “Bojan vicino alla Roma, Enrique lo vuole con sè”

di finconsadmin

Cristina Cubero de il Mundo Deportivo, intervenuta in diretta ai microfoni di 1927, su Teleradiostereo ha parlato del possibile approdo a Roma di Bojan Krcic nella prossima stagione.

Allora Cristina, credi che Bojan possa realmente giocare con la maglia della Roma nella prossima stagione?
“Si penso proprio di si. Mi risulta che Luis Enrique una volta accettata la proposta della Roma si sia mosso in prima persona con il Barcellona e abbia chiesto alla società blaugrana di poter portare con se non solo Bojan ma anche altri giocatori della Cantera come Montoya e Soriano. Ragazzi che nella prima squadra non troverebbero spazio e invece altrove sarebbero già pronti, soprattutto per piazze importanti come la Roma.”

Cosa è successo a Bojan, il cui rendimento negli ultimi tempi è un pò calato?
“Bojan è un ragazzo Catalano, nato qui in Spagna, ha il padre servo, che è un ex giocatore trasferitosi qui in Spagna diversi anni fa, ma Bojan è nato qui e ha esordito ai tempi di Rikard, con il quale fece una prima stagione straordinaria, condita da tanti goal all’attivo. Dopo l’esordio a soli 17 anni e le  due prime stagioni straordinarie, Bojan è stato un pò offuscato dal cambio tattico operato da Guardiola, che negli ultimi due anni ha deciso di spostare Messi nel ruolo di centravanti, ma un “finto” centravanti, e siccome Bojan nasce comunqe punta centrale, uomo da area di rigore, si è dovuto adattare a giocare sugli esterni, dove ha fatto comunque molto bene.”

Pensi anche che l’esplosione di Pedro gli abbia un pò tarpato le ali?
“Beh sicuramente con il fatto che Guardiola abbia deciso di portare con se dall’esperienza con il Barça B sia Busquets che Pedro e che quest’ultimo soprattutto si sia rivelato un vero e proprio crack, Bojan ha perso un pò di terreno, ma credo che sia comunque un grande giocatore. E’ giovane, ha appena 21 anni e credo che a Roma potrebbe fare benissimo, non solo nel 4-3-3 di Luis Enrique sugli esterni, ma anche come punta centrale al posto di Totti, che è  stato ed è un  giocatore “meraviglioso”, ma comincia ad avere i suoi anni e quindi viste le tante partite nazionali ed europee, ci sarebbe spazio per tutti, anche nel rolo di centravanti.”

Credi che l’affare possa essere chiuso con un prestito e diritto di riscatto per l’anno successivo?
“Si credo proprio che questa sarà la strada perseguita dalla Roma e vale anche per gli altri che vi ho citato. La Roma ritengo abbia bisogno di svecchiare la rosa, soprattutto in vista dell’approdo di Luis Enrique sulla panchina, che pratica un 4-3-3 molto offensivo, ma anche molto dispendioso sul piano dell’agonismo e del pressing. Ritengo inoltre che Luis Enrique, che si trasferirà a Roma con tutta la famiglia e con i suoi assistenti per 2 o 3 anni, possa in futuro tornare a Barcellona per allenare la prima squadra.”

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy