Classe ed esperienza per la difesa: e se fosse Zapata?

di Redazione, @forzaroma

(di Mirko Porcari) – Classe ed esperienza, due qualità difficili da trovare in un calciatore, specie se la carta di identità recita “solo” 25 anni: Cristian Zapata è lì che aspetta, nel silenzio irreale dell’avventura dantesca del Villareal continua ad osservare il Sottomarino giallo perdere piano piano i pezzi. Prima Nilmar e Diego Lopez, poi Borja Valero e Gonzalo Rodriguez, tutti compagni di vita che hanno salutato tentando fortuna altrove.

Un anno da dimenticare, dalla Champions alla Serie B in un vortice incredibile di coincidenze negative: l’approdo nel calcio spagnolo era stato il coronamento di un sogno, solamente un’estate fa Zapata veniva salutato come il rinforzo giusto per continuare l’inarrestabile ascesa nel panorama europeo ed arrivare a competere stabilmente con il Real ed il Barcellona.

Nove milioni pagati all’Udinese per assicurarsi il futuro: il colombiano è in prima fila quando il Villareal assiste impotente al crack di Giuseppe Rossi, mentre la squadra tenta di sopravvivere affidandosi a tre allenatori diversi. La Segunda Division è uno spettro che si materializza, portando con sé voci e indiscrezioni sul calciomercato: via i pezzi pregiati, una rifondazione annunciata per affrontare al meglio la categoria.

L’Arsenal ha fatto dei timidi sondaggi, anche lo United ha provato a chiedere informazioni sulla situazione del centrale: la Premier nel destino, insomma, a meno che l’Italia non si faccia di nuovo viva.

La Roma c’è, il flirt “mediatico” di inizio estate con Mateo Musacchio ha fatto capire che il Villareal è osservato speciale per chi cerca rinforzi di buon livello: tra le liste in salsa sudamericana potrebbe esserci spazio proprio per Cristian Zapata, difensore che risponde al cento per cento alle esigenze del progetto giallorosso; l’esperienza che si abbina ad ampi margini di miglioramento, il tutto condito da un prezzo che non sembra proibitivo: la dirigenza spagnola si accontenterebbe di una cifra intorno ai 6-7 milioni di Euro e non sono da escludere formule “creative” come quelle del prestito oneroso. I dubbi, semmai, riguardano la tenuta fisica del calciatore, da sempre legato ad infortuni muscolari che ne hanno rallentato la carriera e lo status di extracomunitario per cui la Roma ha già esaurito i posti: ci sarà da capire come Walter Sabatini proverà a definire la rosa del pacchetto arretrato, senza dimenticare che il mercato chiuderà il 31 agosto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy