Calciomercato Roma, il riscatto di Mkhitaryan è in alto mare. Ecco le alternative

Fonseca vorrebbe trattenerlo, ma l’Arsenal non molla per il prezzo del cartellino. Petrachi sta vagliano altri nomi in quel ruolo

di Francesco Balzani, @FrancescoBalza8

“Armeno lui”. Sembra suggerire Fonseca. Almeno Henrikh Mkhitaryan che si è dovuto fermare proprio sul bello quando aveva trovato continuità e ben 3 gol e 3 assist nelle ultime sei partite. Il fantasista che ha compiuto 31 anni lo scorso 21 gennaio è in prestito oneroso per 3 milioni dall’Arsenal e a fine stagione (che sia ora o ad agosto) tornerà a Londra a meno che i due club non si accordino sul riscatto. Proprio in queste ore l’agente di Mkhitaryan che risponde al nome di sua maestà Mino Raiola ha smentito con forza le voci secondo le quali l’armeno avrebbe chiesto all’Arsenal di essere ceduto mandando un messaggio alla dirigenza. “Fake news inaccettabili soprattutto in un momento così”, ha tuonato il super procuratore. Fonseca si è già esposto: “L’ho detto e lo confermo, voglio che resti alla Roma e anche lui vuole restare. E’ un grande giocatore e un grande uomo”. Mkhitaryan non esclude, invece, il ritorno in Premier League pur essendosi trovato bene alla Roma.

Quanto vuole l’Arsenal per Mkhitaryan?

 

Il nodo, come detto, è la cifra che l’Arsenal vuole per cedere definitivamente Mkhitaryan che a Londra non ha trovato le fortune avute quando giocava al Borussia Dortmund o allo Shakthar Donetsk. Il mutato mercato a causa del coronavirus e l’età non florida del giocatore dovrebbero portare il club inglese a non esagerare. Dai 20 milioni di euro richiesti qualche mese fa si potrebbe passare a 15 milioni. Una cifra comunque considerevole per le casse della Roma che ha potuto godere delle straordinarie qualità del fantasista solo per il 33% del minutaggio complessivo che si traduce in 13 presenze totali (solo otto dal primo minuto in campionato) a causa dei continui stop muscolari. Petrachi quindi potrebbe cercare un’altra via: rinnovare il prestito per un’altra stagione. Impossibile però se Mkhitaryan non prolunghi almeno fino al 2022 con l’Arsenal visto che è in scadenza di contratto. Ipotesi difficilissima. Poi c’è il discorso legato allo stipendio. Quanto guadagna Mkhitaryan? Ben 7,5 milioni netti a stagione. Una enormità per il monte stipendi della Roma anche se proprio il contratto in scadenza invita l’armeno a rinunciare ad almeno 2 milioni a patto di spalmare l’ingaggio almeno fino al 2024. Tradotto: un quadriennale da 5 milioni a stagione lo convincerebbe a scegliere la Roma. Peraltro nella capitale è diventato per la prima volta papà assieme alla moglie Isabella Vardanyan. Il piccolo Hamlet è infatti nato lo scorso 4 marzo.

Quali sono gli altri affari tra Raiola e la Roma?

 

Mino Raiola è il meridiano del mercato della Roma anche in questa strana estate. Se Pallotta non dovesse riuscire a riscattare Mkhitaryan potrebbe arrivare proprio dall’agente l’alternativa. Con Raiola ci sono diversi affari in ballo per l’attacco: da Bonaventura a Kean passando per Kluivert che potrebbe fare le valigie di fronte a una buona offerta. Il primo sarà a parametro zero dopo il mancato rinnovo col Milan mentre per il talento ex Juventus c’è aria di divorzio dall’Everton dopo l’ennesima bravata (ha organizzato un party a casa in pieno lockdown) e una multa salata. La Roma spera di prenderlo in prestito biennale con diritto di riscatto. Altre piste portano in Russia e più precisamente ai gemelli Miranchuk o a Boga per il quale però bisognerà passare dal Chelsea.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy