Bradley: “Spero che la Roma non mi voglia solo perchè sono statunitense. Dempsey è fortissimo”

di Redazione, @forzaroma

Nel corso di un’intervista, Michael Bradley ha parlato dell’ultima sfida contro la Roma e del possibile interesse proprio dei giallorossi nei suoi confronti.

Ecco le sue parole: Come ha visto gli uomini di Luis Enrique? “E’ stata una partita un po’ strana, ma la Roma è forte. E anche se i risultati non sono stati entusiasmanti, è una squadra fortissima che il prossimo anno raccoglierà i frutti del lavoro”.

Voi potete sorridere, siete salvi. “Siamo contenti. Abbiamo fatto un ottimo campionato. Siamo stati squadra, facendo sempre tutto con la massima professionalità. Ora mancano due partite, vogliamo fare più punti possibili per chiudere bene il campionato”.

Prima che andasse al Chievo su di lei c’erano tante voci sulla Roma. “Erano soltanto voci di mercato, in quel momento c’era solo il Chievo”.

Un americano in una squadra con una proprietà americana. Sarebbe interessante. “Giusto, però eventualmente mi interesserebbe che la Roma mi voglia non solo perché sono americano. Al Chievo sono un giocatore importante per la squadra, dovessi andare via lo farei per giocare. Quindi se la Roma mi volesse per giocare ci penserei, ovvio. Un giorno spero di avere l’occasione di giocare in una squadra importante. Ma ora voglio chiudere bene il campionato con il Chievo. Al mercato ci sarà tempo per pensarci, ma in futuro vorrei giocare per vincere qualcosa”.

Un suo connazionale che potrebbe tingersi di giallorosso è Dempsey. “E’ fortissimo. Gioca in Inghilterra da anni, sempre a livelli alti. Quest’anno ha fatto anche tanti gol, ora la gente inizia ad accorgersi di lui. Alla Roma farebbe bene”.

(tuttomercatoweb.com)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy