Bradley: “Roma e Napoli su di me? Fa piacere esser accostato a questi club”

di Redazione, @forzaroma

Nella positiva annata del Chievo, culminata con la salvezza raggiunta con largo anticipo, ha recitato un ruolo da protagonista il centrocampista statunitense Michael Bradley.

Prelevato dai veneti nella scorsa sessione estiva del mercato dai tedeschi del Borussia Mönchengladbach, il giocatore nato a Princeton ha trovato nella realtà veronese una sua dimensione naturale, divenendo in breve tempo idolo della tifoseria e punto di riferimento per i suoi compagni in campo.

In un intervento in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.it, lo stesso Bradley ha cosi commentato la sua prima esperienza nel nostro campionato: “Il bilancio della mia prima stagione in Italia è sicuramente positivo. Giocare nella massima serie italiana è stato da sempre il mio sogno, motivo per il quale non posso che esser soddisfatto per i risultati perseguiti sia al livello individuale che di squadra”.

PALERMO, ROMA E NAPOLI – Da protagonista assoluto della stagione del Chievo ad autentico pezzo pregiato del mercato estivo, con diverse formazioni pronte a bussare alla porta dei clivensi per ottenerne le prestazioni sportive. Tra queste anche il Palermo del presidente Maurizio Zamparini uscito allo scoperto nelle ultime ore, con vere e proprie ammissioni di corteggiamento nei confronti del centrocampista americano: “Palermo è tra le più importanti squadre del campionato italiano – ha proseguito Bradley a Calciomercato.it – Con un grande pubblico al seguito e una grande tradizione alle spalle. Quando sono andato a giocare in casa dei rosanero con il Chievo in questa stagione, sono rimasto affascinato dalla bellezza dello stadio e dalla passione trasmessa dai tifosi sugli spalti. A Verona sono molto felice, ma è chiaro che il mio sogno è quello di poter giocare un giorno in una grande club. Interesse di Roma e Napoli? Leggo sui giornali del possibile interesse di queste squadre nei miei confronti ed è chiaro che fa sempre piacere veder il proprio nome accostato a realtà così importanti. Sono veramente innamorato dell’Italia e del suo calcio, motivo per il quale preferirei proseguire la mia avventura in questo paese anche se dovessi lasciare il Chievo. Il mio agente è in continuo contatto con il direttore Sartori, ma in questo momento penso soltanto a fare bene con la maglia della mia Nazionale, con l’obiettivo di chiudere al meglio questa positiva stagione”.

ITALIANI IN AMERICA – E se Bradley giura amore nei confronti del nostro campionato, alcuni giocatori italiani hanno deciso di compiere il percorso inverso, con l’ex capitano del Bologna Marco Di Vaio ultimo rappresentante del nostro paese in ordine di tempo ad approdare nel continente americano: “Giocare negli Usa rappresenta sicuramente una grande opportunità per tanti giocatori di livello provenienti dal campionato italiano. Disputare il campionato di calcio americano può senza dubbio rappresentare per loro un’esperienza molto affascinante, unita alla possibilità di scoprire una nuova realtà di vita come quella americana”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy