Bianda, troppi i 700mila euro di stipendio: la Roma prova il prestito in Ligue 2

Il centrale della Primavera non sembra aver convinto De Rossi e il suo ingaggio è insostenibile per una società in crisi

di Redazione, @forzaroma

Quando Monchi era stato ammaliato da William Bianda, difensore che oggi milita nella Roma Primavera, non si sarebbe immaginato una resa così minima in termini di prestazioni. L’ex direttore sportivo della Roma lo aveva prelevato dal Lens per 6 milioni (più cinque di bonus), tentato anche per via delle voci che circolavano in Francia sul suo conto: tutti infatti lo paragonavano a Marquinhos e Varane.

La realtà, a più di un anno e mezzo dal suo arrivo nella capitale però è un’altra. Alberto De Rossi non sembra convinto, tantomeno Fonseca per un suo utilizzo in prima squadra. I soldi che poi la Roma deve sborsare per lo stipendio del francese sono troppi: si aggira infatti sui 700 mila euro, sproporzionati rispetto al resto della Primavera. Una cifra inammissibile visto l’attuale rosso nel bilancio. Secondo quanto riportato da Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”, la società sta cercando sistemazione al centrale, sperando in un prestito in Ligue 2 e di rivenderlo poi definitivamente. L’ostacolo dell’ingaggio però non sarà facile da superare per gli altri club e con ogni probabilità continuerà con i ragazzi di De Rossi.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy