La stampa brasiliana si schiera con Gerson: “Deve crescere, ma in Italia può imporsi”

La stampa brasiliana si schiera con Gerson: “Deve crescere, ma in Italia può imporsi”

Abbiamo contattato due giornalisti brasiliani per parlare del giallorosso: “E’ ancora lento per il calcio italiano, ma è un buon giocatore ed ha tutto per diventare un crack”

di Massimo Limiti, @MassimoLimiti

La presenza di Gerson nella formazione titolare di Juve-Roma ha sorpreso un po’ tutti anche in Brasile, la sua prestazione opaca un po’ meno. Per commentare la gara del calciatore allo Stadium, la redazione di Forzaroma.info ha raggiunto telefonicamente due giornalisti brasiliani che da anni seguono le vicende del Fluminense, l’ex squadra del numero 30 giallorosso. “La Roma è una delle migliori squadre del calcio italiano – dice Bernardo Gentile, inviato del portale Uol.com.br –. Gerson è giovane e deve migliorare alcune sue caratteristiche per imporsi in un campionato come il vostro. E’ ancora molto lento per quei ritmi di gioco. E’ un buon giocatore ed ha tutto per diventare un crack, ma le difficoltà che sta incontrando non mi meravigliano”. Sul periodo di adattamento insiste anche Edgar Maciel de Sà, inviato di globoesporte.com: “Gerson ha dimostrato le sue potenzialità nelle giovanili, ma anche qui in Brasile quando ha giocato in prima squadra il suo rendimento è stato irregolare. Come giocatore deve diventare più maturo”.

L’ideale, allora, sarebbe un prestito ad una squadra della Serie A che possa garantirgli una maggiore continuità: “Sarebbe la scelta giusta, migliore di quella che è stata presa mandandolo sei mesi in Brasile” dice Gentile, che si sofferma anche sulla posizione in campo di Gerson: “In Brasile ha sempre giocato da numero 10. Rende meglio palla al piede e di fronte all’avversario. E’ un po’ quello che sta succedendo con Ganso nel Siviglia”. “E’ stato un errore mandarlo di nuovo al Fluminense. La velocità non è la sua caratteristica migliore – dice Edgar Maciel de Sa – Io lo vedo bene come terzo di centrocampo”.

Gerson trova poco spazio anche nell’Under 20 brasiliana, ma per motivi extra-campo: “Ci sono stati problemi caratteriali. Alcuni Ct non hanno gradito il suo comportamento e lo hanno messo da parte” dice Bernardo Gentile, mentre per Edgar Maciel de Sa “la convocazione in nazionale dipende molto dal rendimento di Gerson in Italia”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy

// inizio configurazione per forzaRoma // fine configurazione per forzaRoma