Napoli, Ancelotti: “Roma mi è rimasta nel cuore. Loro preoccupati, noi vogliamo vincere”

Napoli, Ancelotti: “Roma mi è rimasta nel cuore. Loro preoccupati, noi vogliamo vincere”

Le parole del tecnico in conferenza: “Fabian Ruiz recuperato, Insigne starà fuori solo pochi giorni. Non pensiamo all’Arsenal, dobbiamo aumentare la nostra autostima”

di Redazione, @forzaroma

Giornata di vigilia di Roma-Napoli. Dal centro sportivo di Castel Volturno ha parlato in conferenza stampa il tecnico azzurro Carlo Ancelotti. Ecco le sue parole.

Sulla partita con la Roma.
Domani faremo una bella partita, è una gara di cartello, importante. Giochiamo contro un’ottima squadra, sappiamo quanto sia importante per la classifica: vogliamo consolidare il secondo posto, la Roma sta lottando. Sarà una partita di grande intensità.

Fabian Ruiz sta bene?
Sì, sta bene bene. Ha fatto i primi giorni blandi ma poi si è allenato. È completamente recuperato.

Le prossime settimane?
Siete tutti concentrati sull’Arsenal, ma ci serve autostima e dobbiamo pensare solo a fare punti.

Tornare a Roma che effetto fa?
È una città particolare per la mia carriera, quel periodo mi è rimasto nel cuore. Ho vissuto otto anni lì, è un segno indelebile al di là degli infortuni che ho avuto.

Al Napoli è mancata la grande vittoria in trasferta?
Vincere a Roma sarebbe un colpo forte per l’autostima. Mi aspetto una prestazione di alto livello, i segnali della settimana sono orientati a quello.

La Nazionale. 
Siamo tutti molto contenti, Mancini ha avuto il coraggio di puntare sui giovani.

A Roma si definisce questa partita come l’ultimo treno Champions. Che partita si aspetta da loro?
Mi aspetto una partita attenta da parte della Roma, gagliarda. La pressione che hanno porterà ad avere giocatori molto motivati, è normale. È una squadra preoccupata, l’aspetto psicologico in gran parte è nelle nostre mani. Dobbiamo essere bravi ad aumentargli la preoccupazione e non il loro coraggio: vedremo che partita riusciremo a fare.

Le condizioni di Insigne.
Ha fatto un’ecografia ieri. Non ci sono lesioni particolari, ma solo una contrattura all’adduttore, che non era il muscolo già interessato nel precedente infortunio. Il percorso di recupero è breve, tra 2-3 giorni starà bene. Valuteremo per mercoledì. non è a rischio per l’Arsenal, è convocato Gaetano che si allena con noi e può essere utilizzato. Zedadka? Li facciamo venire, li valutiamo, ci aiutano negli allenamenti. Sono interessanti, è utile stare a contatto con i professionisti.

Younes titolare?
È molto in crescita, ha evidenziato problemi per i 90′, non ha ancora il ritmo perché ha giocato poco. Ma può crescere molto e lo sta facendo in fretta. E’ utilizzabile, devo capire se meglio dall’inizio o in corso.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy