Rivoluzione, c’è Ranieri ma è già emergenza. Via Monchi: “Ho dato tutto”. Out anche il medico

Rivoluzione, c’è Ranieri ma è già emergenza. Via Monchi: “Ho dato tutto”. Out anche il medico

Ufficializzati l’ingaggio del nuovo tecnico e l’addio dello spagnolo, adesso diretto all’Arsenal. Le prime parole di Sir Claudio: “Non ho dormito, tifosi stateci vicino”. De Rossi, Manolas e Pellegrini tornano dopo la sosta

di Valerio Salviani, @vale_salviani

Ranieri entra, Monchi esce. E’ il giorno della rivoluzione in casa Roma. Via anche il medico sociale Del Vescovo e il capo dei terapisti Stefanini. Un cambiamento totale, che arriverà al culmine il prossimo giugno, quando si ripartirà con un nuovo progetto e un nuovo allenatore.

SIR CLAUDIO – La giornata si è aperta con l’arrivo a Ciampino di Ranieri, con volo privato da Londra. Giusto un visita veloce a casa e un salto a Villa Stuart, prima di andare a Trigoria. Dopo la firma sul contratto è arrivato l’annuncio ufficiale. Ranieri è il nuovo allenatore giallorosso fino a giugno 2019. Il tecnico non ha voluto clausole su un post, il suo è un vero e proprio atto d’amore. Nel pomeriggio, dopo un lungo confronto con la squadra durato un’ora, il primo allenamento. Poco dopo le 19 a Roma Tv sono arrivate le prime parole: “Tornare a Roma significa tanto e tutto. Sono sempre stato tifoso, giocatore e allenatore di questa squadra. Era tanto che dormivo la notte, mentre questa notte quando ho saputo che potevo essere io l’allenatore non ci sono riuscito”. Poi un messaggio ai tifosi. E’ un momento delicato, stateci vicino”.

“L’UOMO GIUSTO” – La scelta di puntare su Ranieri ha messo d’accordo in tanti. “Ha grande esperienza nel mondo del calcio e noi avevamo bisogno di uno come lui” ha detto Totti. Pallotta parla di obiettivi: “Felici del ritorno di Ranieri, ora vogliamo tornare in Champions”. Uno che lo conosce bene come Marco Cassetti ha detto la sua in radio: “E’ l’uomo giusto, sa trovare le soluzioni ai problemi”. Poi l’augurio dei tifosi del Leicester“A Roma diventerai Cesare”.

ADIOS MONCHI – Nel pomeriggio si è consumato anche l’addio di Monchi, dopo quello di Di Francesco ufficializzato ieri. L’ormai ex ds ha sfruttato il momento di cambiamento per ufficializzare una scelta che era nell’aria da tempo: “Scegliere la Roma è stato facile, ho dato il massimo” il suo commento. Nel suo ultimo giorno a Trigoria è stato tra gli ultimi ad andare via. Ora lo aspetta l’Arsenal, dove firmerà un contratto di 3 anni. Alla Roma resteranno i rimpianti, le tante parole e i giocatori che difficilmente troveranno spazio in futuro. E i tifosi si sono scatenati sui social: “Era ora”. Al suo posto passa Massara al comando, ma non è certo che il suo ruolo sarà confermato in futuro.

VIA IL MEDICO – L’altro scossone è arrivato nel dietro le quinte. La situazione infortunati, aggravata nelle ultime ore, ha portato alla scelta di chiudere il rapporto lavorativo con il medico sociale e il responsabile dei terapisti. Riccardo Del Vescovo, dopo un lungo colloquio con Baldissoni, Fienga e Massara, è stato messo alla porta. Insieme lui via anche Damiano Stefanini. Resta al suo posto invece il preparatore Fanchini. Dopo la tegola degli infortuni di Manolas, De Rossi e Pellegrini (torneranno dopo la sosta), la società non ha voluto più aspettare e ha firmato un divorzio meditato da tempo. Troppi gli stop muscolari per non intervenire.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy