La Roma torna ai romani: 736 giorni dopo tre titolari contro il Verona

La Roma torna ai romani: 736 giorni dopo tre titolari contro il Verona

Dopo oltre due anni nella squadra giallorossa scendono in campo tre giocatori nati nella capitale. L’ultima volta a Frosinone con Totti

Una Roma romana e romanista, 736 giorni dopo. A coronare la vittoria di ieri sera della squadra di Eusebio Di Francesco contro il Verona, il rientro in campo di Florenzi dopo 325 giorni di assenza per infortunio, ma anche la presenza dal primo minuto di tre giocatori nati e cresciuti nella Capitale. Il nuovo capitano, il suo vice e quello che potrebbe diventare il nuovo ‘Capitan futuro’: De Rossi, Florenzi e Pellegrini titolari contro la squadra veneta, un motivo d’orgoglio per una tifoseria che ha sempre vantato con fierezza storia, tradizione e romanità. Bernardini, Amadei, Di Bartolomei, De Sisti, Conti, Giannini, e tanti altri. Poi lui, Francesco Totti. Il più grande simbolo della Roma e della romanità. L’orgoglio di una città che ha pianto il suo ritiro, ma che lo ha abbracciato nella sua nuova veste da dirigente.

FROSINONE – Dodici settembre 2015, l’ultima volta con tre romani in campo. Neanche troppo distante dalla capitale, a Frosinone, Totti, De Rossi e Florenzi scendevano sul prato del Matusa dal primo minuto per portare alla vittoria l’ex squadra di Rudi Garcia. Sono passati poco più di due anni da quella partita, 736 giorni dopo la Roma ha di nuovo titolari tre romani. Senza Totti, sugli spalti a guardarli, ma con un Pellegrini in più a continuare la tradizione e a mantenere viva l’anima romana della squadra. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy