Ponte (Jornal Record) a FR: “Peres perfetto per il Benfica. E Gedson è fortissimo”

Ponte (Jornal Record) a FR: “Peres perfetto per il Benfica. E Gedson è fortissimo”

Il giornalista del quotidiano portoghese parla del possibile approdo del terzino a Lisbona: “È brasiliano, difende e attacca, la scelta giusta per il gioco di Rui Vitória”

2 commenti

La società sta cercando un terzino destro e Bruno Peres sarebbe perfetto per il gioco del Benfica“. Voci di mercato che si fanno sempre più concrete, nel futuro dell’ex granata potrebbe esserci un’esperienza in Portogallo, dove la redazione di Forzaroma.info ha rintracciato Pedro Ponte, giornalista di «Record» al seguito della squadra lusitana: “È un brasiliano, quindi il suo adattamento ai ritmi e allo stile del campionato portoghese non sarebbe un problema. Rui Vitória vorrebbe un esterno capace di fare tutta la fascia, che sia in grado di difendere e ripartire in attacco, Peres potrebbe essere la scelta giusta“.

Si parla di una possibile offerta vicina ai 10 milioni di Euro, per il giornalista la soluzione più indicata sarebbe un’altra: “Non so se 9 milioni siano troppi per Peres, ultimamente non sta giocando molto ed è difficile dargli una valutazione precisa. L’operazione potrebbe chiudersi sulla base di un prestito, comunque il brasiliano ha tutte le caratteristiche giuste per integrarsi alla perfezione nel Benfica“.

Nella trattativa potrebbe rientrare un’opzione per un giovane della squadra B lusitana: “Gedson Fernandes è fortissimo“. Fari puntati su un centrocampista dal futuro assicurato, per Ponte i tratti distintivi sono quelli di un predestinato: “È uno dei ragazzi migliori delle giovanili del Benfica, è un centrocampista di quantità molto bravo nella fase difensiva. Sta lavorando per crescere anche sotto l’aspetto della costruzione del gioco, le sue caratteristiche principali sono la forza fisica e il dinamismo, in più ha un buon tiro. Il tecnico Rui Vitória, lo sta osservando molto da vicino e c’è chi scommette che nei prossimi mesi potrebbe portarlo in prima squadra“.

2 commenti

2 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. cpg35600 - 2 settimane fa

    Garantito che Bruno Perez possa trovarsi molto bene in una squadra che non sia la Roma. E’ stato acquistato dal Torino, è giunto alla Roma ove sono apparsi i suoi “limiti”. Non vi balza in testa che il ponentino romano faccia male a celebrati calciatori, leggi Doumbia, Osvaldo, Schik, Gerson,e tanti altri “flop”
    che la dirigenza ci ha propinato, facendoli passare per dei veri fuoriclasse, sì all’estero, ma che la loro “classe” svaniva al sole dell’Olimpico? Avanti tutta così, la Roma avrà lo stadio di proprietà: sarà venduta molto bene, gli americani ci guadagneranno, solo il becero e povero popolo romanista ne pagherà le conseguenze! Ma, almeno, avrà sempre il coraggio di andare allo stadio e gridare “forza Roma!”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. encat - 1 settimana fa

      diciamo la verità, Bruno Piris ha vissuto di rendita con quel supergol nel derby di Torino di qualche anno fa, poi è tornato sulla terra e in una squadra senza particolari ambizioni come il Torino, uno come lui non emerge in negativo, perché la qualità è quella che è. Nel momento in cui si è ritrovato in una squadra che lottava per lo scudetto, con standard e aspettative decisamente più alti, sono logicamente emersi i suoi limiti, ma lui non è mai cambiato, non era questo granché nemmeno prima. D’accordo con te su Doumbia, Schick e Gerson, potrei aggiungere Bojan Krkic, Iturbe e Ibarbo alla lista dei flop, ma Osvaldo tecnicamente a me piaceva e mi ricordo che i suoi gol li ha sempre fatti, aveva solo un carattere di m…a e questo lo ha penalizzato non solo alla Roma, ma anche nelle altre squadre in cui ha militato

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy