Schick, show in nazionale: due gol per il rilancio?

Schick, show in nazionale: due gol per il rilancio?

Il ceco segna una doppietta alla Bulgaria e scatena i tifosi: tecnico e club dovranno deciderne il futuro

di Redazione, @forzaroma

Sono le 22.32 quando Patrik Schick entra per la prima volta tra le tendenze di Twitter in Italia. A imperversare sui social sono i tifosi della Roma, un po’ increduli, un po’ felici, un po’ arrabbiati, per la doppietta dell’attaccante con la sua nazionale. Non ci sarebbe niente di male, considerando quanto Schick e la Repubblica Ceca, contro la Bulgaria, ci tenevano a riscattarsi nelle qualificazioni ad Euro 2020 dopo i 5 gol presi dall’Inghilterra a marzo, ma per i romanisti la differenza di rendimento dell’ex Samp tra la Roma e la sua selezione è troppo evidente, scrive Chiara Zucchelli su “La Gazzetta dello Sport”.

“Allora siamo noi”, uno dei tanti messaggi, con i numeri a santificare tutto: da agosto 2017 Schick ha segnato 8 gol in 58 presenze in giallorosso, mentre con la Repubblica Ceca ne ha realizzati 6 in 12 partite. Questione solo di testa, considerando che di queste 12 ne ha giocate 10 da titolare, mentre nella Roma non ha il posto fisso assicurato? Possibile, ma a Trigoria si chiedono come mai anche quando è partito dall’inizio con continuità non sia mai riuscito ad incidere. Forse se lo chiederà anche Paulo Fonseca, che insieme ai dirigenti giallorossi dovrà deciderne il futuro.

L’attaccante visto ieri (rapido, tecnico, sicuro di sé, leader con i compagni) avrebbe tutte le caratteristiche per prendersi sulle spalle l’attacco della Roma, ma non è semplice che una storia iniziata con tante difficoltà riesca a ripartire. Nei giorni scorsi Schick ha fatto sapere di voler restare (“Non mi piace lasciare le cose a metà”), ma ha detto anche che dovrà parlare con il club. Ha bollato le voci sul Milan come “speculazioni”, ma sa di piacere ai rossoneri, dove potrebbe ritrovare Giampaolo, e sa di piacere anche a molti club di Bundesliga. Il suo articolato contratto di vendita (la Roma a febbraio 2020 dovrà garantire alla Sampdoria 20 milioni) impone, almeno per ora, una cessione solo in prestito, ecco perché tutto può ancora essere scritto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy