Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Tempo

Maitland-Niles ha detto sì

Getty Images

Accordo raggiunto con il giocatore. Ora Pinto deve convincere l'Arsenal

Redazione

Maitland-Niles ha detto sì alla Roma. Ieri Tiago Pinto ha convinto l’inglese e il suo entourage ad accettare l’offerta giallorossa – in Italia il ventiquattrenne percepirebbe poco più di due milioni – per un trasferimento che a Trigoria vorrebbero concretizzare il prima possibile, come riporta Il Tempo. L’accordo con il giocatore mette il general manager romanista in una posizione vantaggiosa nella trattativa con l’Arsenal, ma la fumata bianca ancora non è scontata. I Gunners infatti non sono interessati ad un prestito con diritto di riscatto e spingono per inserire l’obbligo ad una cifra più alta rispetto ai 10 milioni messi sul piatto dalla Roma per l’eventuale riscatto a giugno. Intanto, in attesa di conoscere il suo futuro, il giocatore è tornato ad allenarsi con la squadra dopo essere guarito dal Covid. L’obiettivo di Pinto è riuscire a chiudere l’operazione entro pochi giorni, per potersi dedicare a Kamara – primo obiettivo per rinforzare il centrocampo – ma soprattutto alle operazioni in uscita. Il portoghese ha ormai raggiunto l’intesa con il Cagliari per il prestito secco di Riccardo Calafiori fino a giugno, ma prima di lasciar partire il terzino vuole essere certo di aver chiuso l’operazione Maitland-Niles. Da parte dei sardi c’era stato un sondaggio anche per Darboe – il giocatore è seguito anche dall’Anderlecht – ma Pinto ha chiuso a questa ipotesi e per il momento l’intenzione della Roma sembra quella di non lasciar partire il centrocampista. Si muove qualcosa anche sul fronte Santon: Galatasaray e Paok Salonicco sono interessate al difensore che, dopo aver trascorso sei mesi fuori rosa, sembra essersi convinto a cambiare squadra. In caso di offerte concerete al giocatore la Roma farà il possibile per agevolare la sua partenza.