Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Roma, l’Olimpico della speranza

Getty Images

Mourinho sa che potrà contare, e tanto, sulla spinta dei suoi tifosi che lo hanno seguito fin dal primo giorno

Redazione

José Mourinho, vista la grande emergenza, scrive Alessandro Angeloni su Il Messaggero, conta sui tifosi della Roma; e i tifosi sperano nello Special e nella sua voglia di superare il suo glorioso passato, ovvero l’Inter. Il fortino Olimpico è pronto, colmo d’amore e di speranza. Si riempie sempre e comunque, senza chiedere niente. Amore e basta. Stasera c’è la grande sfida: Roma–Inter, Mou è reduce dalla malinconica serata di Bologna e distrutto dalle assenze, mentre Simone Inzaghi è sempre più in corsa per la volata scudetto. C’è un abisso, almeno nei contenuti tecnici, tra le due squadre. La differenza la fa il palcoscenico: l’Olimpico si avvicina ai cinquantuno mila spettatori, record stagionale. Mourinho sa che potrà contare, e tanto, sulla spinta dei suoi tifosi che lo hanno seguito fin dal primo giorno e che hanno creduto (e sperato) in una stagione migliore di quella che stanno vivendo, e non troppo sui valori tecnici della sua squadra, notevolmente depressi nelle ultime settimane, tra infortuni e squalifiche, che incidono ancora di più vista la rosa non proprio lunga. La Roma di Mou è lontana dall’Inter (nove punti) dell’ex laziale Inzaghi ma questo era prevedibile, lo scudetto – come ha sempre sostenuto José – non era e né è alla portata della Roma, ma soprattutto è a distanza preoccupante (sei punti) dal quarto posto dell’Atalanta, che dovrà affrontare, a Bergamo, il 18 dicembre. La Roma stasera se la giocherà, chiaro, ma Mou sperava di arrivare alla sfida contro il passato in ben altre condizioni. Ma oltre all’atmosfera, non mancherà l’orgoglio, visto che ci sono da affrontare personaggi speciali, Inzaghi e Dzeko, davanti ai quali, fare bella figura (o evitarne una pessima) è obbligo.