Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

Il Messaggero

Calcio scolastico e povero di tecnica José non è più lui

Getty Images

Con la partita dell'Inter è arrivata la sconfitta numero 11 in 34 partite

Redazione

Una settimana fa un allenatore di Serie A, scrive Andrea Sorrentino su Il Messaggero, ci aveva messo in guardia dopo aver letto dei dati dicendo che "tutti gli indicatori dicono che la Roma è in flessione netta. La qualità delle prestazioni cala e molte squadre giocano meglio". Il calcio dei giallorossi è scolastico, povero di tecnica e di intensità. Con la partita dell'Inter è arrivata la sconfitta numero 11 in 34 partite ed a preoccupare c'è anche l'ingrigirsi di Mourinho, sempre a meno agio nella figura dell'allenatore perdente. L'atteggiamento dello Special One indica rassegnazione, la gestualità a bordo campo è sconsolata. Dopo un ottimo avvio, la squadra è calata, in concomitanza con l'eclissarsi di Pellegrini. È vero che la Roma è stata massacrata dagli errori arbitrali, ma le prestazioni in campo stanno peggiorando, infatti ci si appoggia troppo su Zaniolo ed i compagni non si aiutano tra di loro. Ci si aspettava che i piazzamenti ottenuti nelle ultime tre anni venissero migliorati dall'arrivo di un grande allenatore. I Friedkin saranno in grado di aiutare Mourinho? Non sembrerebbe aria, infatti si parla solo di sostenibilità. Che senso ha avuto ingaggiare José se prima si è pensato a Sarri? Intanto lo Special One non è più lui, si è normalizzato.