Carissima nemica

Carissima nemica

Zaniolo contro la Juve, la squadra che tifava e che ora lo corteggia

di Redazione, @forzaroma

Passato, presente e futuro. Per Zaniolo quella di domenica sera non sarà una sfida come le altre, scrive FRancesco Balzani su Leggo.

Il talento romanista ha smaltito il problema alla coscia e dopo l’allenamento in gruppo di ieri risponderà presente a Fonseca per il duello a Cristiano Ronaldo. Una sorta di viaggio nel tempo per Nicolò che fino a qualche anno fa era un tifoso juventino come testimoniano alcuni post social su Facebook e come ha ammesso anche mamma Francesca.

Ora però il cuore di Zaniolo è solo per la Roma oltre che per la bella Sara. E i tifosi giallorossi si augurano che il viaggio nel tempo non proietti Nicolò di nuovo in orbita Juventus, stavolta non da tifoso ma da calciatore. Agnelli e Paratici, infatti, in estate torneranno alla carica per il talento azzurro dopo averlo sfiorato qualche mese fa.

Friedkin, però, difficilmente si presenterà con una cessione così importante e potrà contare sulla volontà di Zaniolo che nella capitale si trova benissimo. Secondo il recente rapporto del Cies, il centrocampista della Roma è l’italiano con il valore di mercato più alto: 86,3 milioni. Un valore inflazionato dalle belle prestazioni di Zaniolo contro le big. In questa stagione ha totalizzato 17 presenze, mettendo a segno 4 reti di cui 2 a Milan e Napoli oltre ai due pali nel derby con la Lazio. Manca la Juve nell’elenco delle vittime, e l’occasione si presenterà proprio domenica sera all’Olimpico. Un esame di pratica che non può fallire. Quello di teoria (sul calcio) lo ha superato ieri indovinando tutte le risposte del consueto Football Quiz in un video pubblicato sui canali social della Roma.

Un gol lo cerca pure Dzeko che proprio alla Juve segnò la sua prima rete in maglia giallorossa nel 2015. Al loro fianco dovrebbe esserci Perotti anche perché Kluivert è ancora out (ormai da oltre un mese) e Mkhitaryan resterà ai box fino a febbraio, mentre Under non convince Fonseca. Il tecnico portoghese dovrà fare a meno anche di Pastore, Zappacosta, Santon e Cristante anche se quest’ultimo sembra sulla via del recupero. “Mi sento bene, abbiamo fatto un gran lavoro coi medici. Il rinnovo è un grande segnale di fiducia. Scudetto? Non possiamo vincerlo subito ma c’è un bel progetto. Per questa stagione voglio quarto posto e finale di Coppa Italia“.

Due obiettivi che passano per i prossimi impegni con Juve e Parma. A proposito dei bianconeri: Higuain ieri ha accusato un problema muscolare ed è a serio rischio. In caso di forfait al suo posto è pronto Dybala. In difesa è ballottaggio tra Demiral e de Ligt mentre ad arbitrare sarà Guida: 9 vittorie su 18 con la Roma.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy