Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

La Repubblica

Roma contro Pablito: “Gli intitolassero lo stadio di Vicenza”

Getty Images

L’idea di dedicare l’Olimpico alla memoria di Paolo Rossi non piace ai tifosi. Intanto il terreno di gioco fa infuriare i club

Redazione

Con i suoi gol ha unito l’Italia nell’estate del 1982, ora però Paolo Rossi divide il resto del Paese dai romani. Che non sono d’accordo con la proposta di intitolargli lo Stadio Olimpico, lanciata dal presidente Figc Gravina e diventata nei giorni scorsi proposta di legge a firma del deputato vicentino Pierantonio Zanettin (Forza Italia). Gianni Infantino e Gabriele Gravina — rispettivamente presidenti di Fifa e Figc — hanno rilanciato di nuovo il loro obiettivo:"Ci impegneremo per capire se sia possibile che l’Olimpico o un altro stadio venga intitolato a Paolo. Certo, non dipende da noi". Sui social e nelle radio della Capitale però il dissenso è comune e ruota intorno a un concetto: è vero che Paolo Rossi ha scritto la storia del calcio italiano, ma il suo rapporto con la Città è inesistente. "Come possiamo accettarlo? Paolo Rossi non ha mai giocato né con la Roma e né con la Lazio. È nato a Prato e inoltre è stato il simbolo della Juventus. Gli intitolassero lo stadio di Torino o di Vicenza, non

il nostro", urlano i romani sul web.

Come si legge su 'La Repubblica', si rammarica Federica Cappelletti, moglie del grande ex attaccante: "Paolo deve restare una figura positiva, non un motivo di discordia. Se dovesse esserci l’intitolazione spero ci potrà essere un momento di incontro per superare questi problemi". La proposta per omaggiare Paolo Rossi si sta diffondendo ovunque, anche nelle aule istituzionali e governative. Sport e Salute, il braccio operativo del governo che gestisce l’Olimpico, non ha ancora ricevuto richieste formali e ufficiali ma il presidente Gravina ci sta lavorando. E intanto piove sul bagnato - letteralmente e non solo - sul terreno di gioco dell'Olimpico. Sarri e Acerbi, nel post gara di Lazio-Galatasaray, non hanno usato mezze misure. "Le condizioni pessime del terreno di gioco mi innervosiscono, ci costa un tempo di gioco. Abbiamo giocatori di qualità ma un campo orrendo non ci ha aiutato", le parole di Sarri e Acerbi. E lunedì toccherà alla Roma di Mourinho, che ospiterà lo Spezia.