L´Inter punta su Borini. Nuovo tecnico, fumata nera

di Redazione, @forzaroma

(La Repubblica – M.Pinci) – Un paio di spine, nelle mani della Roma. La ricerca del nuovo tecnico che non ha ancora prodotto certezze, con la borsa di Trigoria che premia Villas Boas e altri due tecnici al momento nascosti, mentre lo spread di Montella ha il segno sempre più negativo.

Lo scarica anche Totti: «Chi viene viene», ha detto da Palermo, portiere nella partita del cuore per ricordare Falcone e Borsellino. Per poi scherzare sul mercato: «Voglio cento campioni». Difficile soddisfarlo, però: perché la Roma deve fare i conti con un monte stipendi che supera i 75 milioni annui lordi, e a cui aggiungere i premi e gli innesti imminenti di Dodò, Castan – che però senza passaporto comunitario resterà al Corinthians – e il riscatto di Marquinho. L´obiettivo è scendere a 60-65 milioni annui: per questo, dovrà essere prima di tutto il mercato dei tagli. A cominciare da cinque costosissimi indesiderati: Borriello, Pizarro, Brighi, Julio Sergio e Guberti.

Quattro prestiti pronti a tornare a Trigoria. Portandosi dietro costi per 27 milioni, di cui quasi 15 (14,8) soltanto per la prossima stagione. La spina più grossa è Borriello, blindato da un contratto da 5,4 milioni per altri 3 anni. Anche per questo, la Roma tratta al ribasso (4 milioni) il riscatto con la Juventus, che però nicchia. Anche perché altre proposte non sono arrivate. E se Guberti e Julio Sergio ripartiranno (Torino e Botafogo), resterà Pizarro: «Non ho intenzione di muovermi». L´Inter intanto insidia Borini: appuntamento con il Parma per rilevarne la metà e sfidare poi la Roma alle buste. Sabatini si consolerebbe con l´esterno del Porto Varela.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy