Rossi fuori 3 mesi

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista – V.Vercillo) – Esonero dalla Fiorentina più tre mesi di squalifica.

Questo il dazio che ha dovuto pagare Delio Rossi per il gesto folle avvenuto al 32’ della gara tra viola e Novara: al momento della sostituzione di Ljajic, con la Fiorentina sotto di due gol, il serbo ha applaudito il tecnico tornando in panchina. Il gesto ironico del giocatore ha mandato su tutte le furie Rossi, che lo ha colpito più volte tentando di saltargli addosso. La panchina dei viola è intervenuta per dividere il tecnico e Ljajc, il tutto lontano dagli occhi della quaterna arbitrale. Un atto incredibile di un uomo equilibrato, un tecnico preparato e competente accostato da molti alla panchina della Roma durante il periodo del “toto-allenatore” dello scorso anno.[…]

Un gesto che non poteva non essere preso in considerazione dal Giudice sportivo Giampaolo Tosel, invitato dal procuratore federale ad esaminare le immagini relative all’accaduto. «Le istantanee televisive – riferisce la nota del Giudice – evidenziano una condotta inconsulta, tanto violenta quanto imprevedibile, la cui gravità non può essere attenuata dalla tensione emotiva». Sulla vicenda è intervenuto anche il questore di Firenze: «Al momento non ho motivo di irrogare il Daspo perché l’episodio non ha avuto incidenza sull’ordine pubblico: è avvenuto sul campo di gioco, fra due tesserati». Ad essere punito è stato anche Ljajic: dopo quanto già annunciato nel post partita da Andrea Della Valle, il giocatore è stato messo fuori squadra fino al termine del campionato e, secondo le norme interne, gli è stata comminata una pesante multa. […]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy