Kjaer invece sta aspettando un’altra occasione

di Redazione, @forzaroma

(Il Romanista) Tra tutti quelli che stasera potrebbero salutare l’Olimpico per l’ultima volta c’è Simon Kjaer.

Il condizionale però è d’obbligo perché il danese sta facendo di tutto per restare almeno un altro anno è a Roma. La sua volontà è chiara, talmente tanto che il giocatore, attraverso il suo agente, sta facendo pressioni sul Wolfsburg affinché la società tedesca si convinca a lasciarlo un altro anno in prestito gratuito a Roma. «Conviene a tutti questa soluzione», ha detto Kjaer ai tedeschi.

E non ha tutti i torti. Conviene a lui, che potrebbe avere un’altra occasione per dimostrare il suo valore visto che a Trigoria sono tutti convinti che sia un difensore fortissimo. Conviene alla Roma, che si ritroverebbe in rosa un centrale con un anno in più di esperienza. E conviene anche al Wolfsburg: in Germania non lo vogliono più, ma dopo una stagione così è difficile che qualche club sia interessato a spendere i 6 o 7 milioni necessari per acquistarlo a titolo definitivo. La volontà della Roma è quella di trovare un accordo prima dell’Europeo e Bekk si sta muovendo in questo senso: «Spero che la Roma ci dica qualcosa quanto prima – ha detto – La nostra volontà però è chiara. Simon a Roma sta bene, la città è meravigliosa, il pubblico pure. È tutto fantastico, perché andare via?».

Sulle prestazioni del difensore danese, Beck ha aggiunto: «Simon è un grande giocatore, un ottimo difensore, con un futuro importante davanti. In alcune circostanze è stato sfortunato, ma spesso ha fatto bene. Vuole restare alla Roma, spero che Sabatini ne prenda atto. Il riscatto? Non ci saranno problemi. Se il costo fosse davvero alto, penso che le due società troverebbero in poco tempo una soluzione alternativa affinché Simon resti alla Roma». Da un centrale a un altro. Dalla Spagna continuano ad arrivare conferme all’interesse della Roma per Musacchio del Villarreal. Il giocatore piace molto e secondo i media spagnoli potrebbe anche rientrare in una trattativa per riportare in patria José Angel. Indiscrezioni, al momento.

Visto che sul terzino non è stata presa alcuna decisione: bisognerà vedere cosa deciderà l’allenatore, se restasse Luis Enrique Cote avrebbe un’altra occasione, altrimenti abbandonerà Trigoria.

Infine, da registrare le parole di Danilo Caravello, agente di Pigliacelli: «E’ un portiere forte di grande personalità, pronto per confrontarsi in un campionato di B o di matiurare in A. Ha sicurezza in quello che fa, gioca con i piedi e calcia come un centrocampista. Siamo contenti di quanto ha detto Leonardi, ci sentiamo lusingati che un esperto di calcio come lui abbia stima nei confronti del ragazzo». Non è solo stima, ma anche qualcosa di più visto che Pigliacelli ha già un accordo col Parma per i prossimi 5 anni a centomila euro netti a stagione. A Trigoria se ne sono fatti una ragione. E anche piuttosto in fretta. CZ

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy