Roma, Silvestre il regalo in difesa per Montella

di Redazione, @forzaroma

(Corriere della Sera – G.Piacentini) – Da «solo fantasia» di ieri mattina a «vorremmo tenerlo ma non dipende solo da noi»

di ieri sera, passando per «a oggi posso dire che sarà l’allenatore del Catania» del pomeriggio. Il tenore delle dichiarazioni di Antonino Pulvirenti, presidente del Catania, la dice lunga su come ormai la società siciliana si stia rassegnando all’idea di far decollare l’Aeroplanino in direzione Roma. La situazione si dovrebbe sbloccare già oggi, con il ritorno dagli Stati Uniti del direttore generale Franco Baldini. In attesa dell’accelerata finale che riporterà Vincenzo Montella sulla panchina romanista— anche se ieri sera è rimbalzata forte la voce secondo cui Villas Boas sarebbe addirittura a Boston da Baldini, Pallotta e DiBenedetto—il direttore sportivo Walter Sabatini continua a lavorare 24 ore al giorno per rinforzare la squadra.

Il blitz in Portogallo di due giorni fa è servito per allacciare alcuni contatti: con il Porto per Rolando (ieri c’è stata la smentita del suo agente) e Otamendi, con il Benfica per Garay, che però costa troppo (15 milioni) ed è a metà tra i portoghesi e il Real Madrid. Ieri Sabatini era a Milano al WyScout forum, dove si è concentrato soprattutto sul mercato italiano. Sempre per la difesa il nome che è tornato a circolare con insistenza nelle ultime ore è quello di Matias Silvestre, che il d.s. voleva portare nella Capitale già un anno fa. Ieri il presidente del Palermo, Zamparini, ha in pratica fissato costo e tempi di vendita dell’argentino. «L’ho pagato sette milioni e a meno non lo vendo, ma chi lo vuole deve farsi vivo entro un mese».[…]

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy