Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

olimpus roma

Olimpus Roma-Futsal Pescara 4-3: rimonta e applusi, decide Caio Junior – FOTO

Olimpus Roma-Futsal Pescara 4-3: rimonta e applusi, decide Caio Junior – FOTO

I Blues vanno sotto di due reti, poi rimontano. Il brasiliano segna il gol da tre punti a tre minuti dalla sirena

Redazione

Serviva una risposta importante, ed è arrivata. Con carattere, grinta e ancora tanta voglia di stupire. L'Olimpus Roma dimentica il passo falso con l'L84 e torna alla vittoria superando 4-3 il Futsal Pescara, dopo una partita pirotecnica. L'ago della bilancia è Caio Junior, che aspettava una notte così da quando è arrivato nella capitale. L'avvio di partita è choc: dopo 5 minuti la squadra di D'Orto si trova sotto 0-2 e rivede i fantasmi di Torino. Serve la scossa di Marcelinho per rimettere l'Olimpus sui binari giusti. L'ex campione d'Italia accorcia le distanze nel primo tempo e riapre i giochi.

Nella ripresa i Blues sono bravi e fortunati, e completano la rimonta sfruttando i due autogol di Eric e Misael. La vittoria sembra in pugno, quando arriva la doccia fredda del nuovo pareggio firmato da Coco Wellington (che aveva segnato anche il momentaneo 1-0). Ma Caio Junior decide che non può finire così e realizza la rete che fa esplodere il PalaOlgiata e vale la vittoria.

OLIMPUS ROMA-FUTSAL PESCARA 4-3 (1-2 p.t.)

OLIMPUS ROMA: Ducci, Tres, Marcelinho, Grippi, Dimas, Achilli, Bagatini, Mateus, Di Eugenio, Rafinha, Schininà, Caio Junior, Giammarile, Tondi. All. D'Orto

FUTSAL PESCARA: Mammarella, Murilo, Andrè, Misael, Morgado, Diodati, Fracassi, Maltauro, Coco Wellington, Eric, Coco Schmitt, Onnembo, Giuliani, Mazzocchetti. All. Palusci

MARCATORI: 0'35'' p.t. Coco Wellington (P), 5'52'' Eric (P), 17'16'' Marcelinho (O), 3'55'' s.t. aut. Eric (O), 6'35'' aut. Misael (O), 11'46'' Coco Wellington (P), 16'23'' Caio Junior (O)

AMMONITI: Bagatini (O), Maltauro (P), Misael (P), Caio Junior (O), Dimas (O)

ARBITRI: Salvatore Minichini (Ercolano), Emilio Romano (Nola) CRONO: Simone Micciulla (Roma 2)