LA PAROLA ALL’ESPERTO, Andrea Colacione: “Dodò è un giocatore della Roma. Castan? Non lo prenderei neanche per fare la riserva”

LA PAROLA ALL’ESPERTO, Andrea Colacione: “Dodò è un giocatore della Roma. Castan? Non lo prenderei neanche per fare la riserva”

di Redazione, @forzaroma

(di Andrea Corradetti) Grandissimo esperto di calcio brasiliano, il giornalista Andrea Colacione ha risposto ad alcune domande riguardo alcuni nomi accostati in queste settimane alla squadra giallorossa.

Che ne pensi di Leandro Castan?

“Non lo comprerei neanche per fare la riserva. Non è assolutamente un giocatore da Roma e a mio parere non è neanche tesserabile per nessuna squadra del campionato italiano. Nonostante abbia delle discrete capacità sia nel gioco aereo che nella marcatura, Castan infatti è il classico stopper lento che fa della sua prestanza fisica l’unica sua capacità. Ha già 26 anni e sicuramente non vedo in lui nessun margine di miglioramento. Come aggravante, inoltre, ha già l’esperienza poco felice con fatta con l’Helsingborg

Secondo quello che ti risulta, possiamo considerare Dodò un giocatore della Roma?

“Da quello che mi risulta è una trattativa già andata in porto. Secondo quelle che sono le mie informazioni, inoltre, il direttore Sabatini punta così tanto su questo giocatore tanto da pensare addirittura di non realizzare nessun altro investimento sulla sinistra. È un investimento che appoggio in pieno, ma forse sarebbe il caso di affiancargli qualcuno con più esperienza. Dodò è un po’ piccolino, ma posso assicurarvi che ha veramente grandi qualità. Ad oggi, però, forse lo vedrei di più nel campionato spagnolo.”

Ti risulta un interessamento di Sabatini per Dedè? È vero che il giocatore possiede grandi limiti caratteriali?

“Assolutamente no. Se a Sabatini il giocatore non interessa è solamente infatti per ragioni legate al prezzo. Personalmente, a mio parere, Dedè è di gran lunga il difensore attualmente più forte del calcio brasiliano. È un giocatore fortissimo: ha piedi buoni, è forte nel gioco aereo, sa impostare l’azione, realizza molti gol, insomma ha tutte le caratteristiche necessarie per fare bene. So per certo che il giocatore piace alla Juve”

Tempo fa ci rivelasti che Sabatini stava lavorando su un nome da te “caldeggiato”. E’un interesse che ha avuto seguito?

“L’attaccante da me proposto piace ancora molto, ma a causa del suo status da extra-comunitario difficilmente purtroppo arriverà alla Roma. Pur apprezzandone le qualità, Sabatini infatti preferirebbe sfruttare questa possibilità per altri ruoli. Posso dirvi comunque che alla Roma ho segnalato anche un altro giocatore. Il ruolo? Centrocampista, ma al momento purtroppo non c’è nulla. Prima di muoversi concretamente, infatti, i dirigenti stanno aspettando di ufficializzare il nuovo allenatore. Comunque vada, voglio sottolineare però che Sabatini è un grande intenditore di calcio che sicuramente farà le fortune della squadra giallorossa.

Cosa ne pensi della scelta di Montella?

Ha sicuramente dimostrato di essere un allenatore valido. La mia paura però è che alle prime difficoltà, siano già pronti tutti coloro che già ora si dichiarano a priori anti-montelliani. Spero che da Catania si porti tre giocatori: Barrientos, Izco e Gomes.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy