Forzaroma.info
I migliori video scelti dal nostro canale

news calcio

Gravina: “Faremo attenzione all’effetto delle plusvalenze sui ricavi”

Getty Images

Il presidente della Federcalcio parla anche del futuro di Mancini: "C'è un progetto a lungo termine. Stiamo valutando di concedere qualche giorno in più alla Nazionale a marzo"

Redazione

Gabriele Gravina è tornato a parlare. Il presidente della Federcalcio ha preso la parola in un periodo molto particolare del calcio italiano, di transizione e cambiamento. Il numero uno della Figc è stato ospite di '90° Minuto' su Rai Sport partendo dalla questione indice di liquidità e la gestione economica dei club:"Il giorno 16 tutte le società hanno pagato e si sono messe in regola grazie ad una forte ricapitalizzazione, con grandissimi sacrifici vengono incontro a quelle che sono le reali esigenze del loro contro economico".

Spiega Gravina:"Altra cosa invece è il momento della gestione. Noi lavoriamo in queste due direzioni: al momento dell'iscrizione dobbiamo sciogliere le riserve su una società per capire se - fra attività e passività - ha le risorse per poter affrontare il campionato. Poi ci sono due indicatori, che noi abbiamo sempre utilizzato per togliere dignità all'indice di liquidità. Mi riferisco all'indicatore collegato all'indebitamento e al rapporto fra ricavi e costo del lavoro allargato. Questi due indicatori che abbiamo sempre utilizzato in sede di iscrizione e che hanno attenuato il valore dell'indice di liquidità, noi li vogliamo usare in sede di gestione e di mercato durante il campionato, quindi sono peggiorativi. Il rapporto tra i ricavi e il costo del lavoro allargato partirà con 0.8, scenderà a 0.7 e scenderà a 0.6. Una programmazione triennale e lo stesso vale per il criterio che riguarda l'indebitamento delle società. Ci stiamo lavorando. Ci sarà molta attenzione alla ipotesi di valutare all'interno dei ricavi l'effetto delle plusvalenze".

Poi Gravina parla della possibilità di concedere più tempo all'Italia in preparazione al playoff per i Mondiali: "Ne stiamo parlando da diverso tempo, così come hanno fatto anche le altre Federazioni coinvolte in questi spareggi. La nostra Nazionale avrebbe bisogno di qualche giorno in più per preparare la sfida, ma per il rinvio è una situazione complicata. Forse possiamo dare qualche giorno in più all’Italia con qualche anticipo e qualche posticipo.Mi auguro di tornare al 100% per quella partita, non cambia moltissimo fra 75% e 100% ma sarebbe un messaggio di grandissima speranza per tutto il paese". Sul futuro del ct Mancini: "Abbiamo avviato un progetto importante. Prima delle fase finale del campionato Europeo, abbiamo trovato l'accordo per andare avanti insieme e lo abbiamo fatto prima della vittoria di Euro 2020. Faremo di tutti per qualificarci, ma Mancini è protagonista insieme a noi di un progetto che andrà avanti a lungo". Infine sui giovani: "L’unica politica è quella di credere nelle infrastrutture e nei vivai. I giovani selezionabili per le nazionali sono il 30%, c’è una tendenza a non valorizzare i nostri vivai. Questo è un grosso errore, si dente a valorizzare i giovani stranieri“.