Cochi: “A Ponte di Nona nuovo campo con defibrillatore”

di Redazione, @forzaroma

«Oggi abbiamo donato un defibrillatore alla Polisportiva Giardini di Corcolle – Ponte di Nona, perchè riteniamo che sia uno strumento fondamentale per garantire la salute e il giusto soccorso a chi pratica sport anche a livello non professionistico».

Lo comunica, in una nota, il delegato alle Politiche Sportive di Roma Capitale Alessandro Cochi. «La tragedia avvenuta ieri sul campo di calcio dell’Istituto provinciale ‘Serenì alla Bufalotta, a quattro anni di distanza dalla morte di Alessandro Bini, che anch’egli ha tragicamente perso la vita su un campo di pallone – aggiunge -, non può che far riflettere e porre l’attenzione su un tema delicato come questo». Secondo Cochi, è «di fondamentale importanza la campagna promossa dal Forum Nazionale dei Giovani, “Non mi gioco il cuore”: una iniziativa, questa, che sarà certamente spunto per un percorso sinergico tra tutte le istituzioni, a partire da Roma Capitale, Provincia e Regione, per dotare di defibrillatori il più alto numero possibile di impianti sportivi e di formare personale qualificato al loro utilizzo. Il percorso oggi intrapreso, alla presenza del dirigente della Polisportiva Giardini di Corcolle – Ponte di Nona, Domenico Gaio, del portavoce del Forum Nazionale dei Giovani, Andrea Roberti, e dei genitori di Alessandro Bini, Claudio e Delia, va nella direzione – conclude – di garantire e di tutelare la salute di chi pratica lo sport, assicurando interventi tempestivi in casi di estrema emergenza».(ANSA).

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy