Premio USSI. Bojan: “Per me stagione positiva. Se vogliamo vincere, alla Roma manca tutto” (FOTO e VIDEO)

di Redazione, @forzaroma

(Dall’inviato di ForzaRoma.info) Questa mattina, presso il Circolo Sportivo Canottieri Aniene, alle ore 11 ha avuto inizio la cerimonia dei Premi Ussi Roma (Unione Stampa Sportiva).E’ atteso anche il giocatore della Roma Marco Cassetti che riceverà  il Premio Limone.

Il Consiglio Direttivo del Gruppo ha deciso di assegnare:

Premio alla carriera a Rino Tommasi
Premio Desk a Franz Lajacona
Premio Giovani a Riccardo Trevisani
Premio Arancio a Bojan Krkic e Cristian Ledesma
Premio Limone a Marco Cassetti e Lionel Sebastian Scaloni
Premio Ussiroma 2012 a Andrea Stramaccioni
Premio Ussiroma 2012 a Alberto De Rossi
Premio Ussiroma 2012 a Giuseppe Calzuola
Premio Giorgio Tosatti a Sergio Rizzo
Il Premio Maurizio Melli (alla sua XII edizione) è stato invece assegnato a Simone Di Segni, de La Stampa

Ore 11:20 – Arriva l’allenatore dell’Inter Andrea Stamaccioni “Luis Enrique e Guidolin stressati? Io non vedo l’ora di essere stressato  come loro. Poi stiamo parlando di due allenatori vincenti, per cui vorrei essere stressato e vincente come loro”.

Pochi minuti dopo arriva anche Bojan Krkic. In sala c’è anche il laziale Scaloni.

Arrivano Marco Cassetti e Alberto De Rossi.

Ecco le parole del difensore giallorosso ieri all’addio alla Roma “Contento di ricevere questo premio dalla stampa, l’avrei voluto ricevere tra qualche hanno. Sono felice di lasciare in questo modo la Roma con tanti applausi per me. Rimpuinti per questa stagione? Non essere riuscito a dare una mano alla squadra come avrei voluto. E’ successo qualcosa nello spogliatoio che però tengo per me. Il futuro della Roma è roseo non so in quanto tempo ma tornerà a livelli altissimi. Mi dispiace per l’addio di Luis Enrique perchè non è riuscito a dimostrare le sue idee di gioco. Roma non è una piazza come tutte le altre. Ci stanno dellle esigenze, ma poi dipende da carattere a carattere. Io nei miei sei anni le ho vissute di tutti i tipi e dipende da uno come le sopporta o meno. L’addio di Luis Enrique è dispiaciuto tantissimo. Purtoppo nel calcio è così, i matrimoni finiscono e ne comincerà un altro e sicuramente le persone saranno pronte a dare il 100%. Nuovi acquisti?Dipenderà dal nuovo allenatore e dai programmi della società”

Ecco Alberto De Rossi che dice “Certo non abbiamo tutti gli effettivi perché parecchi sono stati convocati nella nazionale di categoria, ben 7. Viviani, Tallo, Piscitella sono ancora in prima squadra, però stiamo facendo un lavoro tranquillo. Ci stiamo divertendo in attesa di ricomporre la rosa, ma questo avverrà a fine maggio.Non abbiamo nessuna eredità, non siamo favoriti ma partiremo per vincere. Sappiamo che incontreremo la crema del calcio giovanile, incontreremo tutte le big. Chi passa ha il merito di passare. Sarà difficile ma abbiamo un obiettivo da raggiungere, se vincessimo raggiungeremmo il Torino a quota 8 titoli nazionali. Non ho mai fatto un pensiero alla panchina della prima squadra. Non c’ho mai pensato perché sono proiettato verso questo settore. Noi abbiamo una mentalità completamente diversa rispetto al calcio degli adulti, ogni anno ripartiamo da zero. Ci cresce un pragmatismo forte, non credo che sia la giusta mentalità per il calcio degli adulti. Non c’entra la piazza, è un concetto mio personale. Noi siamo lontani anni luce dal calcio degli adulti. I nostri obiettivi sono a medio-lungo termine. Con l’addio di Luis Enrique non cambia il rapporto tra prima squadra e primavera. Questo che ricevo oggi non è un mio premio, ma è di tutti quelli che hanno lavorato per questa squadra. Qui ci hanno lavorato fior fior di professionisti, abbraccio anche la segreteria. Non è mai il successo di una persona, noi ci abbiamo messo del nostro con tutto lo staff.Montella? Non saprei, non è la mia materia”.

Microfono a Bojan Krkic che ai cronisti presenti, tra i quali quello di ForaRoma.info, dice

Terminata la stagione, il tuo pensiero sulla prossima. Resterai?
“E’ stata una stagione positiva, ho imparato molto. Questa è una bella piazza, mi è piaciuta sin dal primo giorno. La gente mi ha dimostrato tanta stima”.

Come giudichi questa stagione? Mediocre o sufficiente?
“Abbiamo fatto grandi partite contro grandi squadre, è mancata regolarità e restare concentrati sui piccoli dettagli”.

Sei soddisfatto?
“Si molto, vengo da un calcio totalmente diverso. In Italia per gli attaccanti è più difficili. All’inizio le cose andavano così e così, sono molto soddisfatto e orgoglioso”.

Cosa manca a questa Roma?
“Manca tutto se vogliamo vincere, siamo una buona squadra. L’anno prossimo dovremo migliorare”.

Per il tuo futuro bisogna aspettare il nuovo allenatore? Hai già parlato con i dirigenti?
“Dobbiamo parlare un po’ tutti. Io sono contento di stare qui, sto benissimo. Dipende da me, non voglio dipendere da nessun allenatore”.

Bojan vuole rimanere?
“Lo sto dicendo. Mi sento benissimo in questa piazza”.

Lei che dice su Montella?
“Non so chi può essere l’allenatore. Il Catania ha fatto una bella stagione, se si parla di Montella è perché è bravo”.

Totti e De Rossi influiranno sulla tua decisione?
“Sono i due referenti della squadra e due bravissimi ragazzi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy