L'addio di Luis: le reazioni dei tifosi spagnoli

di Redazione, @forzaroma

Franco Baldini ha confermato l’addio, adesso manca solo l’ufficialità:

Luis Enrique non allenerà la Roma nel prossimo campionato, una situazione che i media spagnoli hanno monitorato da vicino dopo aver seguito le vicende dell’asturiano nel corso di questi mesi giallorossi.

 

Vengono riprese le parole del direttore generale, sottolineando come il lavoro del tecnico sia stato giudicato “positivo nonostante la mancanza di risultati”, anche se vengono sciorinati i dati sulle sconfitte e su momenti negativi come l’eliminazione dall’Europa League, la doppia sconfitta nei derby e le imbarcate con tanti gol in molte trasferte.

Sono soprattutto i commenti dei tifosi a suscitare interesse, un seguito costante durante tutta la stagione che riversa la propria stima nei confronti dell’uomo prima che del professionista.

“Luis puoi andare avanti a testa alta” si legge su Marca, dove viene analizzato un progetto, quello giallorosso, che ha tentato di avvicinare una mentalità prettamente spagnola: “Ha provato a portare un calcio come quello spagnolo in una realtà come quella italiana ma non ha avuto né i giocatori né l’ambiente adatto.” In molti pronosticano un suo futuro nella prima squadra blaugrana: “Sarà lui il tecnico del futuro e sicuramente vincerà. È andato alla Roma senza esperienza se non un buon lavoro con il Barcellona B. Un po’ poco…”

Su Sport qualcuno ipotizza un suo inserimento nello staff tecnico del Barcellona: “Vogliamo vederti in panchina, vicino a Tito Vilanova.” Su El Mundo Deportivo c’è chi se la prende con il calcio italiano: “Uno con la sua filosofia non può fare bene in un calcio in cui trionfa Mourinho, considerato l’anticalcio…

 

M.P.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy