Di Canio: “Il possesso palla della Roma è sterile ed inutile”

di Redazione, @forzaroma

“Solo una cosa ho da imputare a Luis Enrique – ha commentato Paolo Di Canio a Radio Manà Manà – forse ha capito che i giocatori, facendo questo possesso sterile, avrebbero continuato a prendere delle imbarcate.

Secondo me un allenatore però dovrebbe sapere i pro e i contro del suo sistema di gioco, e devo dire che è strano che continuino a vedersi alcuni movimenti sbagliati dopo otto mesi. Si abbassa un mediano, che è De Rossi, per prender palla, allarga i due centrali, si alzano i due esterni bassi e si crea un buco enorme. Però in quel momento sei in fase di possesso. Il principio fondamentale di questo gioco però è che non bisognerebbe mai fare passaggi orizzontali. Invece questa squadra continua a fare passaggi orizzontali di 30 metri. Non è il Barcellona che fa fraseggi stretti e può permettersi di tenere palla in un fazzoletto contro tre avversari perché hanno grande qualità. È una squadra di giovani che, anche se qualcuno dotato di buone qualità tecniche, non hanno fuoco, né esperienza, né cattiveria agonistica, e lo dicono le trasferte dove hanno preso 4 gol da tutti senza reagire, che è normale per una squadra debole caratterialmente e labile tecnicamente. Ma persino quando ha vinto in casa – ha concluso Di Canio – avrebbe potuto prendere tre gol prima di farne altrettanti e vincere la partita”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy