Boniek: “Dirigenti mai chiari su Totti, hanno creato il caso. Szczesny? Sta bene a Roma…”

L’ex giallorosso: “Quando si allenano calciatori forti non è facile farli giocare proprio come vuoi tu ma il tecnico giallorosso è stato in grado di farlo”

di Redazione, @forzaroma

Zbigniew Boniek, dirigente sportivo polacco ed ex calciatore della Roma, è intervenuto telefonicamente nella trasmissione “Te La Do Io Tokio“, sulle frequenze di “Centro Suono Sport“, per parlare della squadra giallorossa. Queste le sue parole:

Spalletti? Non capisco cosa voglia fare , ma ho massima stima nei suoi confronti perché lui ed altri è uno dei migliori del calcio italiano. Quando si allenano calciatori forti non è facile farli giocare proprio come vuoi tu e lui è stato in grado di farlo. La Juve è stata imprendibile in questo campionato. Da quello che si dice può anche darsi che vada via ma credo che per il bene della Roma debba rimanere: serve uno come lui nella piazza giallorossa. Gestire la carriera di Totti non è facile e senza creare nessun tipo di polemica, i dirigenti della Roma non sono mai stati chiari sul suo futuro e sul suo ritiro, quindi si è creato un caso. Non ci sarà mai nessun altro giocatore della forza e del carisma di Totti”.

Boniek prosegue: “Szczesny? Fa già un programma televisivo con la nazionale polacca, si diverte. Lui è un ragazzo serio ed intelligentissimo. Non voglio parlare del suo futuro però perché non so niente; so che sta bene a Roma ma è di proprietà dell’Arsenal. Monchi mi piace molto perché ha personalità, ma accanto a lui deve esserci una struttura funzionante. Roma-Genoa l’ultima di Totti? In teoria si, ma l’ha detto il popolo e la stampa ma né Francesco e né un dirigente l’ha confermato. Diventare direttore generale della Roma? Si è fatto tardi, devo andare via…(ride ndr)“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy