Manolas assicura: “A Roma sto bene, qui c’è la mia vita”. Caccia al ds: Ausilio torna in vantaggio

Manolas assicura: “A Roma sto bene, qui c’è la mia vita”. Caccia al ds: Ausilio torna in vantaggio

Il greco tranquillizza l’ambiente e si allena a Trigoria insieme agli altri infortunati. Under, Kolarov e De Rossi verso il rientro in gruppo. Nel toto ds sempre in lizza anche Campos e Petrachi

di Melania Giovannetti, @MelaniaGvn

A Roma sto bene, c’è la mia vita”, parola di Kostas Manolas. Complice una clausola rescissoria da “appena” 36 milioni di euro, da tempo il difensore greco è al centro di tante voci di mercato che lo vorrebbero lontano dalla Capitale a partire dalla prossima stagione. È vero, da qualche mese Mino Raiola è diventato il suo agente a tutti gli effetti e la notizia non lascia dormire sonni tranquilli ai tifosi della Roma che ritengono Manolas uno dei pochissimi intoccabili della rosa. Eppure, stando a sentire il centrale difensivo, le sue intenzioni non sembrano affatto quelle di lasciare Trigoria. “Trascorro gran parte del mio tempo libero a casa, con la mia famiglia – racconta al programma greco ‘Il Turista’ – Mi piace. Affronto la mia carriera come la vita: posso andare in alto e ottenere ottimi risultati ma devo sempre rimanere con i piedi per terra e ricordarmi da dove sono partito. Il calcio, così come la vita, non ti regala niente. Devi lottare per raggiungere gli obiettivi”.

CAPITOLO INFORTUNATI – Il futuro di Manolas resta ancora un rebus da risolvere, così come quello di Daniele De Rossi. Il contratto del capitano della Roma scadrà il prossimo 30 giugno, cosa succederà dopo è ancora tutto da vedere. Il rinnovo, infatti, dipenderà dalle sue condizioni fisiche: dal 28 ottobre ad oggi De Rossi è sceso in campo soltanto per 430’, ma se da qui a fine stagione dovesse recuperare una buona forma fisica, non ci sarebbero problemi per il prolungamento del suo contratto. In attesa di ritrovare i compagni a partire da domani, oggi De Rossi, Manolas, Kolarov, Pellegrini, Pastorevolato nei giorni scorsi a Barcellona per un controllo al polpaccio  – e Under si sono allenati tra palestra e campo. Il turco e il serbo viaggiano verso il rientro, così come De Rossi, mentre Florenzi e El Shaarawy hanno svolto soltanto terapie, con il Faraone pronto a effettuare gli esami strumentali nella giornata di domani.

TRA DS E ALLENATORE – In attesa di rivedere la Roma in campo contro il Napoli, il tema di discussione più caldo nell’ambiente giallorosso è sicuramente quello che riguarda il futuro direttore sportivo del club. I nomi in ballo sono 3: Piero Ausilio dell’Inter, Gianluca Petrachi del Torino e Luis Campos del Lille. Nonostante le smentite degli ultimi giorni, la Roma starebbe lavorando a fari spenti per portare a Trigoria il nerazzurro: ad oggi Ausilio sembra in vantaggio rispetto agli altri due, ma le carte in tavola possono cambiare da un momento all’altro. Dal toto ds torniamo al toto allenatore, dove Gasperini fa un passo indietro nella corsa alla panchina della Roma. Il tecnico dell’Atalanta, infatti, è stato blindato dall’ad del club bergamasco Luca Percassi: “Gasperini via da Bergamo? Non se ne parla”.

LE ALTRE NOTIZIEMulta salata pet la Nike: l’azienda americana è stata sanzionata dall’Antitrust Ue per avere impedito ai commercianti di vendere in tutti gli Stati dell’Unione Europea le magliette di alcune squadre di calcio, tra cui la Roma. E mentre Pallotta viene contestato anche durante una partita dei Boston Celtics, Baldissoni è volato ad Amsterdam per partecipare all’assemblea generale dell’ECA. Facendo un salto al calciomercato, in Spagna c’è chi assicura che la Roma sia sulle tracce di Todibo, giovane centrale difensivo classe 1999 di proprietà del Barcellona. Chiosa con le parole del c.t. della Repubblica Ceca Silhavy su Schick: “È un grande talento, può crescere e diventare un grande calciatore, una stella del calcio”. Non resta che sperare che possa presto succedere davvero.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy