Rocca, Ancelotti, Strootman, Zaniolo: quando la Roma piange per il crac al ginocchio

L’infortunio del centrocampista classe ’99 è solo l’ultimo di una lunga serie. Nell’elenco anche Spadoni, Nela, Emerson e Tommasi

di Paolo Franzino, @PaoloFranzino

CARLO ANCELOTTI

Passano appena due mesi tra l’addio al calcio di Rocca e l’infortunio di Carlo Ancelotti. L’attuale tecnico dell’Everton rimedia la rottura del legamento crociato durante la gara con la Fiorentina, a causa di un intervento di Casagrande. “Mi è uscito il ginocchio”, urla mentre è sdraiato sul prato dell’Olimpico. Salta tutta la stagione e anche il Mondiale vinto dall’Italia, per poi tornare nell’anno del secondo Scudetto. Ma a fine 1983, contro la Juventus, un altro infortunio, stavolta al ginocchio sinistro. Viene operato dal professor Perugia, uno dei suoi assistenti è Pier Paolo Mariani: ne visiterà tanti altri, di calciatori della Roma. Le conseguenze dello scontro con Cabrini lasciano poche speranze, i tempi di recupero si aggirano intorno ai dodici mesi. Tornerà a ottobre, troppo tardi per la finale di Coppa dei Campioni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy