Rocca, Ancelotti, Strootman, Zaniolo: quando la Roma piange per il crac al ginocchio

L’infortunio del centrocampista classe ’99 è solo l’ultimo di una lunga serie. Nell’elenco anche Spadoni, Nela, Emerson e Tommasi

di Paolo Franzino, @PaoloFranzino

KEVIN STROOTMAN

Il dramma di Kevin Strootman inizia nel marzo del 2014. È una stagione fin lì perfetta per il numero 6, entrato dopo pochissimo nel cuore dei tifosi. Contro il Napoli scende in campo nonostante un problemino fisico, ma nei primi minuti della partita subisce una brutta distorsione al ginocchio sinistro in seguito a un contrasto. Strootman non si arrende, continua a giocare ma poi si accascia. Viene confermata la rottura del legamento, lui decide di operarsi in Olanda; dopo otto mesi, tuttavia, è costretto a tornare sotto i ferri. Ed è probabilmente il secondo intervento a compromettere la sua carriera da top player, visto che al termine della riabilitazione faticherà pure a scendere le scalette degli spogliatoi, come mostrano le telecamere durante un’amichevole estiva tra Roma e Siviglia. Ci sarà bisogno di una terza operazione, stavolta eseguita dal professor Mariani, che gli permetterà di tornare in campo dopo un calvario di due anni.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy