Roma, speranze con vista Juve. Dzeko: “Sogno in grande”, ma per sabato è in dubbio

Roma, speranze con vista Juve. Dzeko: “Sogno in grande”, ma per sabato è in dubbio

Il bosniaco si è allenato a parte a Trigoria, così come De Rossi, El Shaarawy e Lorenzo Pellegrini. Rosella Sensi: “Questo momento non è colpa di Di Francesco”. Per lo stadio spunta Qatar Airways

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Tra la rinascita e la nuova caduta c’è di mezzo la Juve. Dopo il successo faticoso per 3-2 contro il Genoa, Di Francesco si è messo alle spalle per qualche ora il nome di Paulo Sousa – che sarebbe stato annunciato lunedì in caso di sconfitta -, ma adesso è chiamato all’impresa all’Allianz Stadium (sabato 22 dicembre alle 20.30) per non rovinarsi il Natale e riavvicinare lo spettro dell’esonero. La speranza del tecnico è giocarsela con i suoi leader De Rossi e Dzeko.

TRIGORIAI due oggi si sono allenati individualmente: sul campo Dzeko, mentre De Rossi ha fatto “un passo indietro” dopo essere tornato in gruppo la scorsa settimana e in panchina contro il Genoa a causa di una sindrome influenzale. A parte anche El Shaarawy e Lorenzo Pellegrini: anche loro sono in dubbio ma difficilmente recupereranno. Diversa è la situazione del bosniaco, il più avanti nel recupero e quello a cui Di Francesco rinuncerebbe più a fatica. Il bosniaco è stato “premiato” come sportivo dell’anno in Bosnia (non era presente perché a Roma, ma ha mandato un messaggio) e poi ha parlato ai media locali, soffermandosi sul suo 2018: “Se mi avessero detto che avremmo giocato la semifinale di Champions, avrei riso. Piano piano abbiamo preso confidenza nei nostri mezzi e senza qualche errore avremmo potuto giocare la finale. Difficile ripercorrere quel percorso, ma se i tifosi hanno ambizioni grandi io ne ho enormi. E sono felice di essere entrato nella storia della Roma”.

La squadra intanto, dopo l’allenamento di questa mattina (domani seduta alle 14.30), stasera è all’Auditorium della Conciliazione per la cena di Natale organizzata da “Roma Cares”. Presente tutta la squadra e gran parte della dirigenza, mentre Monchi è ancora a Boston con il presidente Pallotta.
A proposito di festa, domenica sera dopo la vittoria contro il Genoa Steven Nzonzi è stato in una discoteca in zona Barberini con alcuni amici per festeggiare i suoi 30 anni.

ALTRELungo intervento oggi di Rosella Sensi nella trasmissione di Centro Suono Sport “Te la do io Tokyo”. L’ex presidente ha escluso Di Francesco dai colpevoli in casa giallorossa: “Non è colpa sua se la Roma è in questo momento, me lo terrei stretto. De Rossi lo vedo bene come allenatore, a Totti farei fare il direttore tecnico”.
Fronte Stadio spunta l’ipotesi Qatar Airways come possibile name sponsor dell’impianto di Tor di Valle, che aspetta ancora l’ok definitivo per l’inizio dei lavori. Ufficiale intanto la nuova partnership con Twitter.
Radio mercato: Mourinho esonerato dal Manchester United, mentre Conte aspetta la chiamata di una big europea. Alla Roma proposto Ulysses Llanez, talento del vivaio dei Los Angeles Galaxy, mentre Rabiot non rinnoverà con il PSG ma ha già un accordo con il Barcellona.
Domani alle 11 la Primavera in Coppa Italia contro il Sassuolo. Ha parlato Alberto De Rossi: “Serve la miglior Roma, è fondamentale passare”. Ufficiale la data del playoff contro i danesi del Midtjylland: si giocherà il 20 febbraio alle 14.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy