L’avversario: l’Atalanta di Gasperini

Il tecnico nerazzurro è riuscito ad invertire la rotta con degli inserimenti inediti: i risultati positivi sono arrivati grazie all’innesto di giocatori formati nelle giovanili della società

di Redazione, @forzaroma

La Roma torna in campo dopo la sosta e si ritrova davanti un esame molto difficile chiamato Atalanta. Bergamo, infatti, è sempre stato un campo storicamente ostico per i giallorossi, e come se non bastasse, l’Atalanta è la squadra più in forma del momento. E pensare che la “Dea” aveva iniziato molto male la stagione, ma il tecnico Gasperini è riuscito ad invertire la rotta con degli inserimenti inediti: i risultati positivi, infatti, sono arrivati grazie all’innesto di giocatori formati nelle giovanili della società. L’Atalanta, infatti, ha uno dei migliori vivai giovanili d’Italia insieme a quello della Roma. I ragazzi che hanno cambiato la fisionomia tecnica della squadra sono i Kessie, Gagliardini, e Grazzi, i difensori Conti, e Caldara, e l’attaccante Petagna. Il merito è di Gasperini, e della sua esperienza, ma anche di un ambiente molto sereno che regna all’interno della società atalantina. La mossa tattica che ha trasformato definitivamente l’Atalanta da brutto anatroccolo a cigno, però, è stata l’inserimento di Kurtic come punta centrale al posto dell’ex romanista D’Alessandro, che ha dato profondità ed equilibri giusti alla squadra. E poi c’è stato anche l’avvicendamento in porta tra l’ex laziale Berisha e Sportiello, quest’ultimo autore di prestazioni negative. Questa bella nidiata di giovani si è fusa molto bene con i giocatori più navigati come Masiello, Stendardo, ma soprattutto il Papu Gomez. Quest’ultimo sarebbe entrato nel mirino della Roma, che vorrebbe comprarlo già da gennaio per sostituire Mohamed Salah, che disputerà per almeno un mese la Coppa D’Africa. Qualcuno ha anche ipotizzato uno scambio tra Gomez ed Iturbe ma è difficile che l’Atalanta ceda il giocatore a stagione in corso, malgrado gli ottimi rapporti societari con la Roma. Discorso opposto, invece, per quanto riguarda le tifoserie: la Roma avrà un seguito di duemila tifosi, e sperando che non cadano nelle provocazioni della tifoseria bergamasca. Ci sono anche altri due ex romanisti a Bergamo, Toloi e Zukanovic: i due ragazzi sono stati di passaggio a Roma per poco tempo, e nell’Atalanta si stanno ritagliando il loro spazio. In bocca al lupo ad entrambi, ma a partire dalla prossima gara. In questo match, se c’è una squadra che non ha nulla da perdere è l’Atalanta, ma Gasperini e i suoi ragazzi cercheranno di tenere testa ai giallorossi per continuare a vivere il momento positivo. Tuttavia, però, se la Roma si comporta da grande squadra, per la Dea non ci sarà scampo, a meno che l’arbitro Rocchi non condizioni la gara: in questo momento, infatti, la Roma è una squadra che da fastidio a tanta gente.

PROBABILE FORMAZIONE

Gasperini adotterà il solito 3-4-1-2, ma è probabile che non giochi a viso aperto contro la Roma di Spalletti. Pertanto, la formazione sarà quella con Berisha in porta, con Caladara, Toloi e Zukanovic al centro della difesa. A centrocampo giocheranno Masiello sulla fascia destra e Spinazzola a sinistra, mentre la cabina di regia è affidata a Kessie, che sarà affiancato e Gagliardini. In attacco giocheranno Kurtic, Petagna e Gomez.

Alberto Balestri

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy