Europa League, l’Avversario: la Fiorentina secondo atto

Montella recupera Savic perno della difesa, ma soprattutto quel Mario Gomez che lo scorso gennaio fu l’autore delle due reti con le quali la Fiorentina espugnò l’Olimpico

di Redazione, @forzaroma

E’ vero che il risultato di 1-1 conseguito all’andata favorisce la Roma, ma visto che la formazione capitolina vive una crisi senza fine, la Fiorentina è paradossalmente favorita per il passaggio del turno.

L’importante è che la compagine viola imponga il proprio gioco dal primo minuto pressando cercando, però di non subire gol. L’assenza di Pizarro, però, è rappresenta un punto a favore per la Roma: il cileno, che avrebbe desiderato giocare contro la sua ex squadra, è un giocatore fondamentale perché detta i tempi, e tiene corta la squadra, evitando che non subisca le azioni di contropiede. Al tempo stesso, però, Montella recupera Savic perno della difesa, ma soprattutto quel Mario Gomez che lo scorso gennaio fu l’autore delle due reti con le quali la Fiorentina espugnò l’Olimpico, (0-2 n.d.r.) qualificandosi per le semifinali di Coppa Italia. Il tedesco dovrebbe partire dalla panchina, alternandosi a Babacar, che partirà titolare affiancato da Joaquim, e da Salah.

 

L’egiziano, infatti, è pronto dopo essersi accomodato in panchina col Milan, e siamo pronti a scommettere che darà il massimo pur di far rodere i gomiti ai dirigenti giallorossi che lo hanno scartato, e di conseguenza ai tifosi della Roma. Se il sopracitato Pizarro guarderà la partita contro la Roma dalla televisione, o dalla tribuna, l’altro ex romanista Alberto Aquilani dovrebbe giocare dal primo minuto, a meno che Montella non decida di farlo accomodare in panchina. Se la Fiorentina si sta comportando molto bene il merito è di Vincenzo Montella, che ha saputo resistere alle critiche dei suoi detrattori trasformando la Fiorentina in una bellissima realtà. L’unico difetto dell’ex aeroplanino giallorosso è quello di non essere mai lucido nei giudizi ogni volta che affronta la società che lo mandò via nel 2011, per poi essere sedotto e abbandonato l’anno dopo.

L’ultima sua uscita infelice è stata proprio una settimana fa quando ha commentato il rigore concesso alla Roma.. Quel penalty, infatti, non solo era netto, ma andava anche espulso Neto, che ha respinto il tiro di Ljiajc. Eppure ancora oggi Montella potrebbe essere il candidato per la panchina romanista nel caso in cui Garcia dovesse essere mandato via alla fine dell’anno. Montella, infatti, sarebbe il candidato ideale per occupare la panchina giallorossa: sa gestire i giovani, e i giocatori esperti e navigati. Non è detto, però, che alla fine della stagione l’ex attaccante della Roma accetti la proposta del “suo” Napoli, e che, speriamo, la Roma abbia riconfermato Garcia perché ha ricominciato a giocare bene, e soprattutto a vincere a partire da domani sera.

 

PROBABILE FORMAZIONE

Fiorentina (4-3-3): Neto; Tomovic, Rodriguez, Basanta, Alonso; Mati Fernandez, Badelj, Borja Valero; Joaquin, Babacar, Salah. All.: Montella. A disp.: Lezzerini, Richards, Savic, Pasqual, Vargas,Aquilani,Ilicic.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy