Totti-Juve amici mai: domenica l’ultimo capitolo di un libro di gol, frasi e frecciate – FOTO

Quella del 14 maggio sarà l’ultima sfida contro i bianconeri del capitano giallorosso, che in 24 anni di scontri in serie A contro la Vecchia Signora ha “dedicato” 10 gol, 3 assist e tante bordate

di Luca Benincasa Stagni, @lucabeninstagni

“CAMPIONATO A PARTE”

La ferita più fresca, forse non ancora del tutto rimarginata, lasciata dalla Juve sul corpo di Totti è quella del 6 ottobre 2014. La Roma di Garcia si presenta allo Stadium carica di aspettative: questa volta i giallorossi vogliono portarsi lo scalpo dei bianconeri a casa. E’ proprio capitan Totti a suonare la carica, pareggiando il gol di Tevez su rigore. La Roma riesce a portarsi avanti con Iturbe, poi le polemiche. Il rigore su Pogba prima, il gol di Bonucci con Vidal in fuorigioco poi. Episodi dubbi sempre fischiati pro-Juve, che portano alla vittoria bianconera per 3-2. Il numero 10 giallorosso non ci sta e sbotta: “Sono dispiaciuto, quello che è successo ha condizionato la partita, da anni si verificano certi episodi che condizionano le annate. Non so se siamo stati battuti dall’arbitro, sicuramente non dalla Juve. Con le buone o con le cattive vincono sempre. Tutta Italia dovrebbe dire questo. La Juve dovrebbe giocare un campionato a parte, ogni anno è così. Arriveremo ancora secondi”. Parole che hanno colpito il mondo Juventus, che si è scagliato contro Totti: persino l’amico Buffon lo ha preso di mira. Il gladiatore romanista, però, non ha mai avuto dubbi: “Non credo che la mia reazione sia stata esagerata. Ma continuare a pensarci sarebbe un danno. Il che non vuol dire che sia stato sbagliato reagire in maniera forte”.
totti_pirlo_juve.jpg

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy