Stand-by Dzeko, decolla Sansone. De Rossi, ElSha e Perotti verso il forfait con la Samp

Il bosniaco non trova l’accordo con il Chelsea, mentre la Roma offre 10 milioni per l’ex Sassuolo e punta anche Dembélé per gennaio e Asamoah per giugno. Domenica arbitra Banti

di Marco Prestisimone, @M_Prestisimone

Non c’è sosta per la Roma di Di Francesco, che il giorno dopo il pareggio acciuffato all’ultimo contro la Samp è tornata nella capitale, dove ha sostenuto la prima seduta di allenamento a Trigoria. Non si fermano le voci di mercato: in stand-by la trattativa per Dzeko ed Emerson al Chelsea, mentre Monchi guarda anche ai movimenti in entrata. Alla prima offerta per Sansone, si aggiunge l’interesse per Moussa Dembélé del Celtic. Per giugno si guarda ad Asamoah, che con ogni probabilità lascerà la Juventus a parametro zero.

DZE-GO? – È al momento in stallo la trattativa che porterebbe Edin Dzeko al Chelsea: il bosniaco, dopo il gol decisivo a “Marassi” chiede un contratto da due anni e mezzo con un ingaggio inferiore piuttosto che uno da un anno con stipendio da 8 milioni. Dopodiché sarà libero di realizzare il proprio sogno e trasferirsi in California con la famiglia, finendo la propria carriera in MLS. I contatti proseguono, ogni giorno può essere quello della svolta. Si aspetta l’ufficialità anche di Emerson.
Monchi già sta studiando le piste per sostituire le due partenze: per il ruolo di terzino il nome è sempre quello di Aleix Vidal, nonostante l’interesse della Fiorentina, poi smentito; in attacco, col sogno Carrasco che per ora non prende forma, si va sul più avvicinabile Nicola Sansone: per l’esterno del Villareal, che Di Francesco conosce bene per averlo allenato al Sassuolo, è arrivata la prima offerta da dieci milioni più bonus, gli spagnoli ne chiedono 14. Nell’affare potrebbe anche essere inserito Defrel, che potrebbe andare in Spagna.
Un’altra pista porta invece al francese classe ’96 Moussa Dembélé: Monchi lo conosce dai tempi di Siviglia ed il costo è di 18 milioni.
Continuano le voci che vedrebbero Pellegrini alla Juventus a giugno: i bianconeri sono disposti a versare l’importo della clausola rescissoria (25 milioni, variabili fino a 28) alla Roma.
Percorso inverso è quello che potrebbe fare Asamoah: il terzino bianconero è in scadenza di contratto e si trasferirebbe nella capitale a parametro zero.

IL POST SAMP – È il giorno delle polemiche legate alle decisioni arbitrali di Orsato: i tifosi si sono riversati sui social esprimendo tutta la rabbia per il mancato fischio sul fallo di Ferrari ai danni di Strootman ed il conseguente calcio di rigore per la Samp. Le note liete arrivano dall’ingresso positivo in campo di Patrik Schick ma soprattutto di Mirko Antonucci: il classe ’99 della Primavera giallorossa ha esordito e poi regalato l’assist vincente a Dzeko. Guai però a montarsi la testa: “Deve lavorare sodo e pensare alla prossima partita”, ha detto il suo agente a Forzaroma.info.

ANCORA TU – La squadra, rientrata nella notte nella capitale, è tornata ad allenarsi nel pomeriggio sui campi di Trigoria: defaticante in palestra per chi ha giocato ieri, allenamento sul campo per tutti gli altri. Lavoro a parte per De Rossi, El Shaarawy e Perotti, in forte dubbio per la rivincita con la Sampdoria di domenica alle 20.45 allo stadio Olimpico. Sicuramente assente Gonalons, che ha svolto solo terapie. Domani allenamento al mattino, mentre sabato la rifinitura alle 14.45 dopo la consueta conferenza stampa.
Seduta di scarico anche per la Samp, che ieri ha perso Praet (rischio strappo alla coscia).
Designato l’arbitro della sfida: sarà Banti, che ritrova i giallorossi dopo la vittoria per 2-0 a San Siro contro il Milan.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy