La Roma in crisi va in vacanza e Pallotta ora vuole risposte. Primavera, che amarezza: Supercoppa all’Inter

Il presidente non ha gradito il calo di prestazioni ed è pronto a confrontarsi con Monchi e gli altri dirigenti. Delusione per Alberto De Rossi al 117′: “Ma abbiamo capito di essere competitivi”

di Luca Benincasa Stagni, @lucabeninstagni

Uno stop per riprendere fiato e concentrarsi. I calciatori della Roma sono andati in vacanza dopo il ko con l’Atalanta che ha di fatto dissipato qualsiasi speranza scudetto. Dalle Maldive al Brasile, i giocatori e Di Francesco avranno ora 8 giorni per pensare agli errori che hanno portato la squadra a perdere la prima partita dell’anno (in casa non accadeva da 14 stagioni) e ad aver racimolato la miseria di un punto nelle ultime tre giornate. Un calo improvviso che non fa per niente piacere a James Pallotta, che adesso vuole spiegazioni. Il numero uno della Roma dovrebbe convocare nei prossimi giorni una riunione a Londra, dove si confronterà con Monchi e gli altri dirigenti. Il quinto posto e la latitanza di gioco preoccupano non poco il presidente giallorosso, che vuole almeno centrare la Champions.

MERCATO – Le speranze adesso sono tutte riposte in qualche acquisto capace di dare la scintilla. In attesa di piazzare Bruno Peres (in Portogallo lo definiscono perfetto per il Benfica) e andare alla ricerca di un sostituto, Monchi sta sondando il mercato per un centrocampista. Il reparto mediano è quello più al centro di polemiche: Gonalons e Strootman in questo momento deludono e Pellegrini e Nainggolan non stanno dando la scossa che si attendeva. Ecco allora che potrebbe arrivare Castro. Un po’ di garra non guasta mai in una situazione di crollo psicologico. Il Chievo chiede almeno 6 milioni. Serve vendere, poi si comprerà.

PRIMAVERA AMARA – Che non sia proprio periodo lo dimostra anche la sfortunata débacle della Primavera di Alberto De Rossi nella sfida di San Siro contro l’Inter per la Supercoppa (presenti in tribuna anche Monchi e Baldissoni). I giallorossi, subito sotto, hanno saputo reagire con Marcucci e si sono portati ai supplementari sull’1-1. Al 117′ il patatrac. Un gollonzo di Colidio evita i calci di rigore e assegna il trofeo alla squadra di Vecchi. Cocente la delusione per il tecnico romanista, che ha avuto il coraggio di guardare avanti: “C’è amarezza, ma abbiamo anche capito di essere competitivi“. Umore alto invece per l’allenatore dell’Inter:Siamo orgogliosi di quello che abbiamo fatto, Colidio ci ha permesso di vincere una gara difficile“.

ALTRE NEWS – Tornando alla prima squadra, oggi Bogdan Butko – difensore dello Shakhtarha stuzzicato la Roma: “E’ uno dei migliori club d’Europa, ma abbiamo buone chances di passare ai quarti. Mi piacerebbe vedere il nostro stadio pieno quando i giallorossi arriveranno in Ucraina“. Il momento no della squadra di Di Francesco sta fomentando le speranze di qualificazioni dello Shakhtar. Lo stesso Boniek ha avvisato: “La Roma sta passando un periodo di piccola crisi, ma deve fare attenzione: non arrivare in Champions potrebbe aprire degli scenari incredibili“.

2 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. frangiaostile - 3 anni fa

    Pallotta vuole risposte? se se degna di venire a Roma glie le do io.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. noel - 3 anni fa

      sono i tifosi che vogliono risposte da Pallotta e non il contrario.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy