La Roma in Russia trova gli ottavi

La Roma in Russia trova gli ottavi

Mosca terra di conquista dei giallorossi. Pellegrini (in fuorigioco) realizza il gol sicurezza

di Redazione, @forzaroma

Stavolta Edin Dzeko tradisce le attese, ma l’aria di Mosca fa sempre sorridere la Roma (quarto squillo in 5 precedenti nella capitale russa). Come riporta “Il Giornale”, il sofferto successo conquistato al Luzhniki, che interrompe il lungo digiuno di vittorie europee in trasferta (406 giorni), consegna di fatto un posto negli ottavi di Champions alla truppa di Di Francesco. E la possibilità di giocarsi il primo posto nel girone (quindi un sorteggio sulla carta più agevole) contro il Real Madrid il prossimo 27 novembre all’Olimpico.

Il vantaggio immediato di Manolas recuperato alla causa – appena quattro giri di lancette trascorsi, con l’uscita del portiere Akinfeev non impeccabile – dovrebbe mettere in discesa la gara della Roma. Che invece, pur non rischiando quasi mai (Olsen, gol subito a parte ma senza colpe specifiche, dovrà limitarsi nella sua 50ª gara di coppa a una serie di parate facili su tiri centrali o telefonati), lascia ai russi la gestione della gara. La Roma abbassa troppo il baricentro per lunghi tratti della gara, fallisce tre ottime occasioni con Florenzi e Dzeko ma subìto il gol del pari (ottima l’azione di Akhmetov che libera al tiro vincente l’islandese Sigurdsson) e appena è in 11 contro 10, trova la rete del successo con Lorenzo Pellegrini, anche se viziata da un fuorigioco del centrocampista romano (in virtù del tocco d’anca, difficile da vedere, di Dzeko). I giallorossi sembrano ancora convalescenti, soffrono contro una squadra fisica ma sicuramente inferiore a livello tecnico, faticando a creare azioni in ripartenza. Stavolta però arriva il lieto fine, con il conforto delle buone prove di Justin Kluivert e dello stesso Pellegrini, diventato ormai elemento imprescindibile per Di Francesco.

(M. Di Dio)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy