Squalifica Destro, Cento: “E’ stata usata una moviola all’amatriciana”

di finconsadmin

“Siamo alla pubblicazione ipocrita di una moviola al contrario. La vicenda di Destro e’ inspiegabile dal punto di vista dell’utilizzo della prova televisiva. Quando ci sono delle regole vanno applicate, il tema non e’ il gesto di Destro ma come si applicano le regole. A campionato in corso si applica quella che io ho chiamato una ‘moviola all’amatriciana’ che si usa con Destro ma non in altri casi”. Torna cosi’ sulle 4 giornate di squalifica a Mattia Destro dopo la manata ad Astori in Cagliari-Roma, Paolo Cento, presidente del Roma club Montecitorio.

 

“Era chiaro a tutti che l’arbitro aveva assunto una decisione e poi su questa si e’ tornati attraverso lo strumento televisivo -prosegue Cento all’Adnkronos-. Si faccia allora una cosa piu’ utile, io sono da tempo sostenitore della moviola in campo. Non si puo’ introdurre surrettiziamente la prova televisiva per una decisione gia’ presa dall’arbitro. Cosi’ il calcio non si salva. Io sono per risolvere il problema con la moviola in campo: perche’ si continua a negare uno strumento di ausilio tecnologico per gli arbitri quando sono in campo? Si faccia subito un regolamento in cui si specificano i casi in cui si puo’ subito ricorrere alle immagini della moviola, questa sarebbe una scelta innovativa che darebbe tranquillita’ allo svolgimento dei campionati”.

 

“Con la moviola in campo il rischio e’ di avere un rallentamento della partita di qualche secondo, cosi’ invece c’e’ un uso della prova televisiva mai capitato in passato che blocca un giocatore per 4 punti e danneggia la Roma e Destro”, conclude Cento.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy