‘RADIO PENSIERI’, FERRETTI: “Manderei via otto giocatori di questa squadra”, CATALANI: “Bisogna fare un tentativo per prendere Ancelotti”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali

di Redazione, @forzaroma

Quello delle Radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Sì, anche le altre città hanno degli spazi dedicati allo sport, e magari anche la loro stazione dedicata alla squadra del luogo. Non si troverà mai, tuttavia, una voce altisonante e popolare come quella proveniente dagli apparecchi della Capitale; una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo, e una folla di appassionati pronti a sintonizzarsi all’ora concertata. Ogni protagonista va a comporre un grande collage che riempie di spunti, approfondimenti e contraddizioni la settimana del tifoso. Un ciclo continuo, che si rinnova sulle frequenze FM locali ogni giorno, di partita in partita, stagione dopo stagione.

 

DANILO SALATINO (Tele Radio Stereo): “Gli esterni difensivi della Roma sono importantissimi per il gioco che fa. La Roma deve prendere due calciatori importanti”

 

IVAN ZAZZARONI (Radio Radio): “Per me, in base a quello che ho visto negli ultimi mesi, arriva seconda la Lazio e terza la Fiorentina. Se la Roma non riparte contro il Napoli rischia di restare fuori dalla Champions”

 

GIANLUCA PIACENTINI (Tele Radio Stereo): “Non sono sicuro che Doumbia giocherà ancora nella Roma nella prossima stagione. Qui rischia di essere stato già bruciato, a meno che non cominci a segnare regolarmente. Io punterei su Jovetic che non ti stravolgerebbe la squadra. Non sò dire se Pjanic voglia restare alla Roma, ma punterei su di lui per fare cassa”

 

MIMMO FERRETTI (TeleRadioStereo): “La squadra deve solo chiedere solo una cosa alla stagione, quella di arrivare al secondo posto. Si parla più della Roma che verrà piuttosto che a quella di adesso che dovrà affrontare il Napoli. Il prossimo anno non terrei nessuno dei due portieri, terrei Torosidis per fare il terzo, manderei via sia Yanga-Mbiwa che Astori, Holebas non mi sembra affidabile. Il terzino greco mi ha deluso molto, pensavo avesse il passo alla Kolarov invece fa solo una gran confusione. Ma la Roma che l’ha comprato a fare Spolli? A centrocampo Pjanic, Strootman e De Rossi li tengo, Keita è un punto interrogativo, Nainggolan e Florenzi sono imprescindibili, Paredes lo mando via. In attacco Ibarbo mi stuzzica molto, lo vorrei vedere di più. Con le sue accelerazioni potrebbe far crollare lo stadio. Verde lo mando a giocare, Iturbe, Ljajic e Sanabria li tengo. Doumbia lo manderei via, il Gervinho dell’anno scorso mi serve, quello di ora no.”

 

MAURIZIO CATALANI (Retesport): “La Roma dovrebbe fare un tentativo per prendere Carlo Ancelotti. Lui sa che questa è la quadra, bisognerà lavorarci sopra, ma lui ama la Roma. L’allenatore di Reggiolo potrebbe accettare la Roma se questa squadra tornasse ai livelli dell’anno scorso. Ma non gettiamo fango su Garcia! Un allenatore che l’anno scorso ha fatto tanto bene quest’anno non può essere un brocco. Il problema del francese è non essere riuscito a ridare gamba alla squadra, forse perchè ha sbagliato la preparazione atletica”

 

 

ALESSANDRO ANGELONI (Retesport): “Prenderei quattro giocatori sempre che non si venda nessuno. Non penso ad un innesto a centrocampo tra i titolari. Cercherei in tutti i modi di vendere Yanga-Mbiwa, riscatterei Astori, e prenderei almeno tre terzini. Non è semplice liberarsi di certi giocatori, Maicon è un giocatore che se non recuperi ti diventa un problema come lo era stato Borriello. Florenzi, Pjanic e Ljajic potrebbero essere gli unici giocatori richiesti sul mercato.”

 

 

LUCA VALDISERRI (Retesport): “La Roma è una squadra che negli ultimi 18 mesi è sempre stata al primo o al secondo posto. Va bene le critiche, ma cosa bisognerebbe dire al Milan, all’Inter o al Napoli? Garcia non è un allenatore monotematico, ha solo un dogma, la difesa a 4. Dzeko centravanti alla Roma servirebbe non solo per i gol, ma anche per sistemare tatticamente la squadra. Romagnoli un altro anno alla Sampdoria? No, serve la stagione prossima alla Roma, è un difensore che può fare 20 presenze, più o meno quelle che ha fatto quest’anno Yanga-Mbiwa. Strootman è una grandissimo mediano, ma non è un campione.”

 

UGO TRANI (Retesport): “Osvaldo si è rovinato come Cassano. L’argentino ha già segnato 12 gol. Se avesse avuto un po’ più di testa sarebbe stato un gran bel giocatore. Un attaccante come Batistuta alla Roma non lo rivedremo mai, un bomber che gioca anche per la squadra. Garcia secondo me è monotematico, gioca con il contropiede corto e la squadra stretta. Tiene palla ma deve anche molto spesso riconquistarla”

 

FEDERICO NISII (TeleRadioStereo): “Una Roma che probabilmente arriverà terza, spero seconda, in campionato credo che induca Pallotta a dare una stagione ulteriore di verifica, con lo stesso management che ha portato in questi due anni la squadra sempre al vertice. Spero in una ristrutturazione importante della rosa con almeno cinque acquisti. Una rigenerazione, non una rivoluzione”

 

GABRIELE ZIANTONI (TeleRadioStereo): “Quest’anno c’è il rammarico di non aver potuto mai schierare la difesa ed il centrocampo che ti eri prefissato ad inizio stagione. Oggi si parla di Castan e Strootman, spero che questi due siano i primi veri acquisti per la Roma del prossimo anno”

 

CLAUDIO MORONI (Centro Suono Sport): “Non mi piace dare la guazza come fanno in molti. La Roma deve capire quanti soldi ha a disposizione per il prossimo mercato e poi individuare le principali esigenze: per me servono prima di ogni altro ruolo un terzino sinistro ed un attaccante. Il resto è marginale. E’ inutile illudere i tifosi. Pallotta deve fare come un padre di famiglia, decidere le priorità e puntare su quelle”

 

SALVATORE D’ARMINIO (Centro Suono Sport)“Leggo il nome di Mazzarri accostato alla Roma e mi vengono i brividi. Spero che si arrivi secondi così da confermare Garcia. Per il prossimo anno serve anche un centrale difensivo in più in rosa, Astori e Yanga Mbiwa non mi convincono. Il centravanti? Luiz Adriano andrebbe benissimo”

 

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “La vera delusione del campionato è la Roma, che avevo dato come favorita alla vittoria del titolo, e invece arriverà a 20 punti dalla vetta. La sorpresa è senza dubbio la Lazio, che nessuno si aspettava potesse arrivare fin qua. Col ritorno di Romagnoli, l’anno prossimo la Roma ha sistemato la difesa con lui, Castan e Manolas. Però servono due terzini e un portiere: mica vorrai ripresentarti l’anno prossimo ancora con De Sanctis! Se vuoi vincere lo scudetto servono un portiere, due grandi esterni, e un grande attaccante. Se non fai così, arrivi sempre a 15 punti dalla Juventus…”

 

ROBERTO PRUZZO (Radio Radio): “Un presidente come Lotito me lo terrei stretto: riesce sempre a far quadrare i conti, e questo è fondamentale. Anche Tare, che spesso è finito nell’occhio della critica, ha dimostrato di saper fare il suo mestiere, di saper comprare e vincere. Una società gestita in questo modo dovrebbe essere il fiore all’occhiello, dovrebbe essere un esempio in questo senso. Per quello che sta facendo, avere un presidente come Lotito, al netto del suo atteggiamento e del suo modo di fare, è il massimo che puoi avere. Castan? Manca più lui di Benatia. Se poi l’anno prossimo recuperi anche Strootman, ti basterebbero due grandissimi attaccanti per fare una grande squadra. Basta rivoluzioni: servono solo grandi rinforzi lì davanti, ma proprio esagerati…”.

 

NANDO ORSI (Radio Radio): “Chi prenderei tra Handanovic e Sirigu per la Roma? Io penso il primo, con Handanovic vai più sul sicuro. Ma poi perchè Sirigu dovrebbe venire a Roma, visto che gioca nel Psg? Lì fa la Champions, vince i campionati…Handanovic sarebbe un bel colpo, ma anche lui può andare in altre squadre importanti”.

 

ILARIO DI GIOVAMBATTISTA (Radio Radio): “Se ci fosse ancora uno spiraglio per Neto, io andrei a prendere lui. Caro Neto, tu vai alla Juve, e che vai a fare? Vai a invecchiare? Lì c’è Buffon che vuole arrivare a giocare i prossimi mondiali, là per i prossimi tre anni la porta è chiusa. E allora uno bravo come te che fa? Allora scegli un’altra squadra, la Roma andrebbe benissimo…”

 

 

 

DARIO BERSANI (TeleRadioStereo): “Castan? Prima deve arrivare il benestare dei medici, poi possiamo sperare che l’ultima partita di campionato il brasiliano possa giocarla. Se lo meriterebbe e sarebbe sicuramente un acquisto importante per il prossimo anno. Lui non era un comprimario, lui l’anno scorso è stato un protagonista del record giallorosso.”

 

AUGUSTO CIARDI (TeleRadioStereo): “Accostamenti Roma-Lazio? Fastidiosi ma ci stanno, del resto siamo noi che li abbiamo portati a sognare. Se i giallorossi non avessero avuto questo calo la Lazio sarebbe ancora a dieci punti di distanza. A volte ti accorgi dell’importanza di un giocatore quando non lo hai, così è stato con Castan. Su cinque acquisti del prossimo anno, quattro dovranno essere comprati per fare i titolari: un portiere, due terzini e un attaccante. Il quinto è un centrocampista.”

 

MASSIMILIANO MAGNI (Retesport): “Peccato che la pausa arrivi in un momento negativo, altrimenti avremmo potuto godercela. Invece dobbiamo pensare già al prossimo anno, agli acquisti, alle vicende societarie. Romagnoli? Il prossimo anno lo riprendo e i soldi risparmiati per comprare un altro centrale li investo su altro, tipo l’attaccante. Un portiere, due terzini e un centravanti, questi sono i giocatori da prendere il prossimo anno. Darei via Gervinho per un grande attaccante.”

 

ALESSANDRO CRISTOFORI (Retesport): “Siamo contenti per Castan, ma anche per una forma di rispetto nei suoi confronti, non possiamo pretendere che possa giocare subito al 100%, una valida alternativa al brasiliano ci vuole. Romagnoli andrebbe ripreso e messo tra i primi tre difensori.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy