‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Alla Roma per vincere domani serve una grande impresa”

‘RADIO PENSIERI’, FOCOLARI: “Alla Roma per vincere domani serve una grande impresa”

Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche romane

di Redazione, @forzaroma

Quello delle radio romane è un fenomeno che non ha eguali nel resto d’Italia. Una pluralità di stazioni a fungere da piattaforma, una schiera di giornalisti, ex calciatori e opinionisti ad animare lo spettacolo. Ecco le opinioni dei protagonisti delle emittenti radiofoniche.

Checco Oddo Casano (Centro Suono Sport – 101,5): “Chi guarda Atalanta-Roma in maniera distaccata, da semplice osservatore vede da una parte un club che in questi anni dalla dimensione provinciale e la lotta salvezza, si sta consolidando nell’emisfero più nobile del nostro calcio; dall’altra una società che ha avvilito se stessa, ridimensionando il proprio progetto sportivo, con errori gestionali, finanziari, dirigenziali e tecnici ormai pacifici. L’augurio è che l’arrivo della nuova proprietà, al netto dell’infelice battuta di Petrachi, generi un reale cambiamento gestionale, perché serve un concreto cambio di marcia in diversi settori. Sono convinto che Fonseca abbia preparato al 150% questa sfida, poi la resa in campo dipenderà tanto da alcuni singoli. La scelta dei giocatori d’esperienza può pagare, se fisicamente saranno in grado di reggere l’urto nerazzurro“.

Max Leggeri (Centro Suono Sport – 101,5): “La qualificazione in Champions abbinata all’arrivo della nuova proprietà spero possa riconsegnarci presto una grande Roma. Sullo sfondo di tutto questo rifletto anche sul fatto che questa squadra, rappresentata da oltre 3 milioni di tifosi in tutto il mondo, giocherà domani una ‘finale’ per un quarto posto a Bergamo contro l’Atalanta, non per la vittoria di un titolo, in una vigilia che vede i giallorossi sulla carta sfavoriti. Questo è quello a cui c’ha portato il processo di ‘romettizzazione’ avviato da questa società. Non è stata solo ridimensionata la cifra tecnica della squadra ma soprattutto il pensiero filosofico di un’intera tifoseria, che anni fa non avrebbe mai pervaso la stessa“.

Stefano Carina (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Partita difficile. L’unico dubbio che ho è sulla fascia destra. Mkhitaryan giocherà, è un giocatore di livello internazionale. Io giocherei con i veterani e non con i ragazzini. Metterei Perotti. Io non penso che Fazio sia diventato più scarso di Cetin, è stato due anni titolare alla Roma“.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Non mi stupiscono le parole di Gasperini, questa è la sua filosofia. Dietro l’angolo c’è il Valencia, siamo abituati a questa Atalanta con vittorie e risultati prestigiosi. Non hanno nessuno infortunato, secondo me Gasperini non farà turnover. Una vittoria della Roma riaprirebbe la qualificazione alla Champions. Non sottovaluterei Malinovsky, sta diventando decisivo“.

Franco Melli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “L’Atalanta qualche volta si addormenta, ma è una delizia guardarla giocare. Ti schianta, ha dei giocatori incredibili come Ilicic“.

Furio Focolari (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “L’Atalanta fa paura, anche se in casa ha stentato in qualche gara come contro la Spal o il Genoa. E’ una squadra assatanata, partita difficile. Se la Roma ne esce fuori fa l’impresa, anche se la Roma di oggi non penso sia in grado di farlo. Fonseca oggi l’ho visto un po’ preoccupato. L’imprese nel calcio succedono, la vittoria è un’impresa. Mi stupirei se la Roma riuscisse a vincere. Ci stiamo attaccando al fatto che l’Atalanta pensi al Valencia, ma secondo me Gasperini giocherà con tutti i suoi migliori. Santon non è meglio di Peres, la Roma ha questo livello su quella fascia“.

Alessandro Vocalelli (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Partita molto molto complicata, l’Atalanta con le grandi squadre si esalta. Il pareggio per la Roma sarebbe un ottimo risultato. Se perdi al 90% sei fuori dalla Champions League, a meno 6 diventerebbe un’impresa. La Roma deve giocare per portare a casa mai come questa volta il pareggio“.

Ilario Di Giovambattista (Radio Radio Pomeriggio 104.5): “Se dovesse vincere l’Atalanta blinderebbe il quarto posto, la Roma in caso di sconfitta entrerebbe in una grande crisi. Bisogna poi guardarsi anche dalle altre che stanno dietro. La Roma segna poco, ma l’Atalanta in casa subisce qualcosina. Partita fondamentale per la storia di questa stagione della Roma. La Roma non si può permettere di perdere, ha parecchia qualità ma poco carattere. E’ una partita che non si può permettere di perdere. Se Peres torna a guadagnarsi il posto da titolare io lo applaudo. Petrachi e Fonseca hanno avuto una discussione su Florenzi, il ds non lo voleva assolutamente vendere“.

Alessandro Austini (Teleradiostereo 92.7): “Atalanta-Roma è un crocevia, uno spareggio, segnerà la stagione della Roma. Sono convinto che la Roma tirerà fuori una prestazione migliore rispetto alle altre, ma con l’Atalanta si può anche giocare bene e perdere. Atalanta e Roma hanno fatto gli stessi punti oltre allo scontro diretto, che poi poteva vincere benissimo anche la squadra di Fonseca viste le tante occasioni. Era stata una partita equilibrata in cui gli episodi hanno determinato il risultato, anche se poi i nerazzurri nel complesso avevano forse meritato. Mi auguro che i giocatori non si sentano spacciati, spero che Fonseca abbia trovato il modo di farli sentire forti, perché lui stesso ha ammesso che si tratta di aspetto psicologico. Quando ti danno per spacciato di solito è più facile giocare, anche se poi abbiamo visto che se becchi la giornata buona dell’Atalanta è dura, vedi Milan e Torino”.

Vanessa Leonardi (Nsl Radio Tv- 90.0): “Il 4-1-4-1 mi sembra una cosa intelligente, specialmente dopo l’andata. Ora la squadra non ha equilibrio, con Mancini a centrocampo può riaverlo e facilitare anche l’attacco. Pastore? È sempre infortunato, fossi la società parlerei con lui”.

Roberto Pruzzo (Radio Radio Mattino 104.5): “Le ultime partite sono state troppo negative per non indurre l’allenatore a pensare a qualcosa di diverso. Quattro giocatori nuovi non sono pochi, però devi fare qualcosa e provare. Può diventare un 5-4-1 per limitare le qualità di Gomez e Ilicic, ci vorrà una prestazione tipo Lazio. Con personalità e coraggio, magari anche un po’ di arroganza, altrimenti rischi di subire. Mi aspetto questo tipo di prestazione, non sarà facile ma devi dare un segnale di svolta altrimenti rischi di vanificare tutto”.

Furio Focolari (Radio Radio Mattino 104.5): “Partita difficilissima. La Roma è in emergenza mentre l’Atalanta ha il vento in poppa. La Roma cambia tutto, ma è giusto così perché gennaio è stato disastroso, poco dignitoso per una squadra come la Roma. Fonseca ha il dovere di cambiare, ci sono incognite perenni. Vicino a Smalling credo giocherà Fazio alla fine, la Roma dovrà affrontare il match nella maniera più incredibile possibile, ma anche un pareggio potrebbe essere un risultato importante sperando di riprendersi”.

Stefano Agresti (Radio Radio Mattino 104.5): “Un pareggio sarebbe un trionfo viste le premesse. C’è una differenza di convinzione, forza e qualità importante. Ora credo che l’Atalanta sia favorita in modo netto. Giusto che Fonseca se la giochi tatticamente in modo diverso, è una partita complicatissima e il pareggio sarebbe un risultato eccellente”.

Franco Melli (Radio Radio Mattino 104.5): “Partita disperata per la Roma, un’altra sconfitta aprirebbe una crisi grande mentre ora è tenuta ancora in vita nei suoi obiettivi. Ci sarebbe un danno economico incredibile in caso di mancata Champions, il pareggio sarebbe prezioso ma credo anche che si aggraverebbe ulteriormente la posizione di Fonseca, già messo in discussione improvvisamente da varie parti. Dopo gli elogi iniziali ora sembra nel pallone, deve spazzare via questi dubbi altrimenti la sua posizione vacillerà”.

Xavier Jacobelli (Radio Radio Mattino 104.5): “L’Atalanta sta molto bene perché Gasperini ha tutti a disposizione, ha l’imbarazzo della scelta soprattutto in avanti. Bisognerà capire su chi vorrà puntare anche in vista della partita col Valencia. Dovrà smentire gli ultimi due risultati interni. E’ uno spareggio per la Champions per l’Atalanta, potrebbero diventare 6 i punti di vantaggio”.

Mario Mattioli (Radio Radio Mattino 104.5): “Sono curioso di vedere in campo Cetin, un difensore che a me piace molto. Quella di Bruno Peres è una bella storia ma non è più quello dei tempi del Toro. Il mio pronostico per Atalanta-Roma? Vince l’Atalanta”.

Sandro Sabatini (Radio Radio Mattino 104.5): “Le parole di Petrachi non mi sono piaciute per niente. Il 2020 suo e di Fonseca é da voto insufficiente. Bruno Peres non mi convince, mi aspetto molto dal ragazzino del Barcellona. Domani vince l’Atalanta”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy