‘RADIO PENSIERI’, CHERUBINI: “Sul caso Maicon bisogna avere prudenza”, MANGIANTE: “Gli hanno dato un Daspo sportivo”

Continua la nostra rubrica quotidiana che accompagna i lettori che non possono ascoltare i commenti di conduttori ed opinionisti delle radio locali.

di finconsadmin

 

MARCO CHERUBINI (Teleradiostereo): “Sul caso Maicon ci vuole grande prudenza di certo Dunga aveva chiamato Maicon a 33 perchè era importante che facesse un pò da chioccia ai giovani, mi pare di capire che l’esperimento sia fallito. Alla Roma interessa fino a un certo punto. Il rapporto del giocatore con la Selecao era destinato a terminare ora bissogna capire come sta il ragazzo. Sulla corsia di destra la Roma non ha un piano B strategico. La cosa importante è uscire dall’equivoco e capire le motivazioni di Maicon visto che questo caso non gli ha fatto una grande pubblicità. Credo che ci sia un regolamento di conti di altro genere, anche se qualcosa deve essere effettivamente successo. Credo che dietro ci sia qualche risentimento che ha permesso di moltiplicare l’effetto mediatico della vicenda.”

 

LUCA FALLICA  (Teleradiostereo): “Ora mi aspetto una dichiarazione di Maicon che dirà ‘La mia nazionale è la Roma!. Io spero che lui torni a giocare come l’anno scorso grazie anche al fatto che si risparmierà lunghi viaggi in Brasile”

 

ANGELO MANGIANTE (Rete Sport): “Le parole di Benatia mi ricordano quando Cassano, andando al Real Madrid, non spese nemmeno una parola nei confronti di Franco Sensi che gli diede la possibilità di andare a giocare nel Clb più blasonato al mondo. Benatia raccoglierà quello che ha seminato. Un dirigente della Roma mi ha confermato che nell’ultimo a Trigoria non ha salutato nessuno tranne qualche compagno. Dal punto di vista tecnico è un difensore molto forte, come persona lascia a desiderare”

JACOPO SAVELLI (Rete Sport): “Qualche contraccolpo psicologico per Maicon ci sarà. Credo che sia stato un provvedimento molto severo dovuto al fatto che Dunga ha deciso di usare il pugno di ferro in questa nuova esperienza della seleçao. Ora mi aspetto che Maicon si metta al lavoro per far bene con la Roma il Club che lo paga”

FRANCESCO BALZANI (Centro Suono Sport): La sorella di Maicon invece che mettere una pezza ha allargato il buco. Io spero si tratti solo di un singolo episodio ma di Maicon si parla da luglio e non da ieri. La Roma dovrà capire se gli e’ rimasto un minimo di stimolo dopo il mondiale ed eventualmente cominciare a pensare al dopo Maicon. Lui ha un carattere particolare, e’ un trascinatore ma può anche tramutarsi in un grande problema. Benatia? Poteva risparmiarsi le parole su Totti, crede di essere un giocatore con mentalità ma finora in Europa e’ un semi sconosciuto che pensa solo a fare cassa. Può anche essere vero che la Roma aveva necessità di vendere ma se avesse voluto cedere il marocchino non gli avrebbe offerto il doppio dell’ingaggio e non sarebbe arrivata allo scontro che ne ha deprezzato il valore”

 

FRANCO MELLI (Radio Radio): “Credo che la Roma tenga più a puntare sul campionato che alla Champions. Poi l’obiettivo principale potrebbe essere scelto anche via camminando…”

 

FURIO FOCOLARI/2 (Radio Radio): “Come reagirà la Roma a questo fitto calendario nel quale si giocherà ogni tre giorni? I suoi giocatori non sono abituati”.

 

ALESSANDRO VOCALELLI (Radio Radio): “La Roma si è attrezzata per tener botta ad un calendario fitto come questo di settembre. Sarà più duro dal punto di vista psicologico che fisico. Io in alcuni casi lascerei a Trigoria alcuni giocatori per allenarsi con calma”.

 

ROBERTO RENGA/2 (Radio Radio): “La Roma si gioca tutta la stagione in quei giorni tra la trasferta di Manchester contro il City e quella a Torino contro la Juve. Bisognerà vedere anche come l’affronteranno dal punto di vista logistico. Torneranno a Roma o andranno direttamente in Piemonte? Tra le certezze che mi da la Roma vedo Garcia e Totti. I dubbi? La difesa, con maicon che ha messo il carico, e anche Strootman che tarda a rientrare”

 

MIMMO FERRETTI (Teleradiostereo): “Secondo me la cosa che deve interessare al tifoso della Roma sono i 90’ di Maicon in amichevole. Che è stato cacciato da un punto di vista egoistico sono più contento così non fa più viaggi oceanici. Credo ci sia stato un problema di comunicazione della Roma sulla situazione Maicon. La Roma dice che era tutto concordato ma io non ci credo, si fa credere tutto però poi si valutano altre cose e la realtà è un’altra, cioè che quella partita ha colto di sorpresa anche la Roma. Deve interessare come sta Maicon, se può giocare a Empoli o contro il Cska. I suoi problemi con la Nazionale interessano relativamente. Per Garcia il terzino destro è Maicon non Torosidis. Sarei preoccupato se fosse vero quello che ha detto la sorella di Maicon ma io non ci credo”

GIANLUCA PIACENTINI (Teleradiostereo): “Alla versione della sorella ho dato il giusto peso, come se voleva metterci una pezza. Appellarsi ai problemi fisici e a Roma lo sappiamo che li ha non giustifica una decisione come quella presa dalla Federazione brasiliana. Già la scelta di convocarlo mi aveva lasciato perplesso. Se fosse solo per motivi fisici sarebbe una situazione surreale”.

GALOPEIRA (Teleradiostereo):  “Maicon rispedito a casa con un comunicato freddo e severo. Sentite le parole della sorella mi preoccupo quando parla di problemi personali e fisici. Se la sorella avesse tentato di smorzare i toni, lo avrà fatto in Brasile ma a Roma qualche perplessità la suscita. Credo che la Roma l’anno scorso ha fatto in modo che qualcosina non trapelasse. Che Maicon avesse un carattere particolare si sapeva. Vorremmo fare in modo che non lo diventasse un problema, di capire cosa è successo”

AUGUSTO CIARDI(Teleradiostereo): “Florenzi è il Marchisio della Roma. Puoi permetterti una turnazione, la rosa ti permette di alternare perché saranno sei le partite. Se tu avessi preso un altro centravanti centrale potevi fare un discorso diverso. Totti devi gestirlo e Garcia ha dimostrato di saperlo gestire. Mi aspetto Destro a Empoli e Totti contro il Cska. Mi aspetto Cole che riposa a favore di Holebas”.

DAVID ROSSI (Roma Radio): “Il termine usato più da tutti sui giornali su Maicon è cacciato. La società ha cercato di avere una versione ufficiale interna sulle motivazioni di questo provvedimento, di avere un contatto con Rinaldi, per regolarsi sul da farsi con il ragazzo, dopo che parlerà ovviamente con Maicon, atteso tra stasera e domani a Roma. Il rapporto tra la Roma e Rinaldi non è ottimo, credo ci sia anche un contenzioso per la storia di Adriano, ci potrebbe essere un particolare gusto personale nel non relazionarsi in maniera educata con la Roma”.

SALVATORE D’ARMINIO (Centro Suono Sport): “Ci sarà ampio turnover, per esempio sulla difesa e sugli esterni. In avanti Totti e Destro si alterneranno, così come Florenzi e Iturbe. Per me Garcia fa bene perché c’è questa fila di partite da affrontare sempre per vincere”.

ROBERTO RENGA (Radio Radio): “Maicon che fosse un problema lo avevamo sempre detto. Ma Torosidis lo può sostituire benissimo. A quanto si legge, la Romania nella difesa della Grecia ha organizzato un picnic. Nella Roma comunque troverà davanti Nainggolan e De Rossi, mica Tachtsidis. Florenzi aveva giocato una prima parte di stagione l’anno scorso in maniera splendida, domani giocherà con la Nazionale e con la Roma non trova spazio?”

FURIO FOCOLARI (Radio Radio): “Tre greci nella Roma sono troppi. Tenendo presente che la Grecia ha perso in casa contro la Romania. Florenzi andrebbe considerato un po’ di più nella Roma”.

MASSIMO LIMITI (Centro Suono Sport): “Rinaldi ha detto anche di non fare altre domande, quello che filtrava è che Maicon è rientrato molto tardi al ritiro, dicono che abbia fatto tardissimo con feste a Miami. Sulle scelte di Garcia influenzerà molto il turn over che farà la Roma: credo a Empoli ci saranno molti volti nuovi, ci potrebbe essere spazio anche per Ucan. Son sicuro che Maicon non farà parte della partita, lo lasceranno per la Champions; Castan bisognerà vedere come reagirà questa settimana altrimenti sarà impiegato contro il Cska. Anche Totti salterà Empoli”

FRANCO MELLI (Radio Radio): “E’ un non senso che Florenzi gioca in Nazionale e non nella Roma. Per farlo giocare lo inventeranno terzino nella Roma”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy